Greenspan: nessuna bolla a Wall Street

A
A
A

L’ex numero uno (dal 1988 al 2006) della Federal Reserve prevede che nel 2014 il Pil Usa crescerà attorno al 2% più che al 2,5%-3% di cui parlano alcuni analisti.

Luca Spoldi di Luca Spoldi28 novembre 2013 | 17:07

GREENSPAN: NEL 2014 IL PIL USA SEGNERA’ +2% – Adesso possiamo tirare tutti un sospiro di sollievo: Alan Greenspan, indimenticata “sfinge” ai vertici della Federal Reserve  per 18 anni prima di cedere il testimone a Ben Bernanke a fine gennaio 2006, ritiene che l’economia Usa continuerà a crescere anche il prossimo anno, sebbene a un ritmo inferiore a quello di alcune previsioni (scommettere su una crescita del Pil tra il 2,5% e il 3% potrebbe rivelarsi “troppo ottimistico” secondo l’ex banchiere centrale).

NESSUNA BOLLA A WALL STREET PER ORA – Ma questo non significa, ha aggiunto, che il mercato sia entrato in bolla, anzi. Intervistato da Bloomberg Television Greenspan ha spiegato che la sua stima della crescita del Pil nel 2014 è “più vicina al 2%” e che questo “non ha le caratteristiche, per quanto possa io ritenere, di una bolla borsistica”. Potrebbe accadere in futuro, ha concluso Greenspan, ma per ora la bolla non esiste. (l.s.)

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Blueindex: brilla Banca Mediolanum, sottotono Azimut

BANCA MEDIOLANUM SI METTE IN LUCE – Banca Mediolanum recupera terreno e torna a brillare in te ...

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

I MERCATI NON CREDONO ALLA GUERRA – Incrociando le dita e nonostante i titoli di giornale, i m ...

Banca Generali: commissioni a tutto gas nel primo semestre

UTILI SEMESTRALI IN CRESCITA – Neppure Banca Generali sfugge al negativo “effetto Trump” d ...