Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi7 luglio 2017 | 12:57

UNICREDIT PARTE BENE POI FRENA – Nuovo massimo degli ultimi 15 mesi a 17,54 euro per Unicredit stamane in avvio di giornata, prima che lo scattare di prese di profitto anche in vista del fine settimana facesse ridiscendere le quotazioni sui 17,35 euro (-0,86%) a cui oscilla a metà giornata, quando sono passati di mano poco più di 6,5 milioni di titoli. Da inizio anno il titolo ha recuperato un 25% abbondante, con una capitalizzazione che è tornata a sfiorare i 39 miliardi di euro.

SCHAEUBLE APPREZZA SVILUPPI BANCHE ITALIANE – A sostenere l’intero settore bancario italiano, al di là delle prese di profitto giornaliere, sono anche le parole del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, che parlando a un evento in vista del summit del G20 ha dichiarato come “gli ultimi sviluppi delle banche italiane stanno andando nella giusta direzione”.

TASSI IN RIALZO FANNO BENE A REDDITIVITA’ – Ulteriore motivazione per la buona performance del comparto, che ieri ha toccato i massimi da inizio anno (indice Ftse Banche Italia a 11.723 punti) è anche il graduale ma continuo incremento dei tassi sul mercato, col rendimento del Bund decennale sullo 0,58%, il massimo degli ultimi 18 mesi, e quello sul Btp sul 2,29%. Tassi in rialzo significa un maggior margine d’interesse per le banche e dunque una migliore redditività, anche se potrebbe tradursi in perdite più o meno sui portafogli di proprietà investiti in bond, a seconda della duration dei portafogli stessi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Una banca da cani

Fideuram Ispb, gli 11 big di marzo

L’appello green di Bny Mellon alle banche

Diamanti in banca, partono le azioni legali

Il futuro della banca non è in banca

Banca IMI cavalca l’inflazione Usa

Assoreti, lo sprint dell’amministrato

10 trend per capire le banche nel 2018

Ing scatta sull’innovazione

SoGen ha i titoli per Byblos

Si riempie l’Officina Mps

Bonifici istantanei, la sfida alle banche

Riva (Anasf) e Mainò (Nafop), botta e risposta su Twitter

I cf all star di Widiba

La finanza digitale secondo Consob

Gli Elementi Essenziali di Mediolanum

Consulenti finanziari senza tutele

Il primo bilancio di Mifid 2 a Investments on the road con Banca IMI

Banca Generali, medaglia d’oro al top team

IWBank Private Investments, visita alla Superba

Il consulente digitale secondo Ing

Credit Suisse, Giacobbe coo per l’Italia

Ti può anche interessare

La paura della crisi subprime torna a Londra

A distanza di 10 anni lo spauracchio della crisi subprime torna a spaventare Londra. Provident Finan ...

Piazza Affari apre in calo, ma Atlantia e D’amico continuano a correre

PIAZZA AFFARI INTERROMPE IL RIMBALZO – Il rimbalzo seguito ai risultati del primo turno delle ...

Forbes, l’edizione italiana debutta in edicola e online

Da domani il volume 1 in lingua italiana del noto magazine statunitense. Al via anche il nuovo sito ...