Fintech, nuova partnership tra Willis Towers Watson e Workinvoice

A
A
A

Siglato un accordo per portare sempre più aziende italiane sul mercato dei crediti commerciali

di Redazione4 luglio 2017 | 14:41

Willis Towers Watson e Workinvoice  hanno sottoscritto un accordo di collaborazione in esclusiva con l’obiettivo di portare sempre più aziende italiane sul mercato dei crediti commerciali gestito direttamente da Workinvoice.

Willis Towers Watson è una società internazionale leader a livello globale nella consulenza, brokeraggio e offerta di soluzioni alle imprese, con elevata esperienza nel settore del credit management;  WTW ha intrapreso la collaborazione con Workinvoice, con l’obiettivo di offrire alle imprese soluzioni integrate ed innovative con le piattaforme fintech.

Workinvoice è una fintech company che consente alle aziende di accedere ad un particolare mercato per ottenere liquidità immediata e di proteggersi dai rischi di mancato pagamento attraverso la cessione dei propri crediti commerciali ad investitori istituzionali italiani ed internazionali.

L’accordo con Willis Towers Watson rappresenta una grande opportunità di sviluppo per il mercato dei crediti commerciali italiano. Infatti, le capacità di un’azienda globale in termini di risk management ci consentiranno di offrire soluzioni integrate di finanza e gestione del rischio alle aziende italiane e agli investitori che le finanziano. Un passo ulteriore nella direzione di canalizzare verso il sistema produttivo italiano le enormi risorse finanziarie a disposizione degli investitori globali” ha dichiarato Matteo Tarroni, co-founder di Workinvoice.

Aggiunge Claudia Messori, Head of Credit di Willis Towers Watson: “La partnership con Workinvoice consentirà di rafforzare la nostra attività di consulenza e di implementare le garanzie intermediate, come unico player in grado di offrire soluzioni per gli investitori istituzionali accreditati sulla piattaforma.

WTW già presiede il segmento nell’ambito del mercato dei cosiddetti Alternative Capital Providers, originando capitali da destinare al finanziamento di grandi progetti infrastrutturali e ad altri fabbisogni correlati al sostegno dell’economia reale.

L’accordo tra Workinvoice, che gestisce il mercato online per i crediti commerciali delle aziende italiane con circa 2 milioni di Euro di fatture transate sulla propria piattaforma ogni settimana, e Willis Towers Watson consentirà di proporre ad un numero sempre maggiore di aziende un strumento nuovo e flessibile per anticipare l’incasso delle proprie fatture in modo trasparente, flessibile e in tempi molto rapidi.

Workinvoice ha già collaborato con decine di aziende italiane e supporta oltre 6.000 posti di lavoro in Italia, fornendo soluzioni per ottimizzare i flussi di cassa ed interventi tempestivi a favore della crescita. Le aziende che utilizzano Workinvoice per anticipare i propri crediti commerciali hanno infatti riportato una riduzione del proprio costo del debito fino al 30% e fatturati in crescita in media del 64%.

Il modello dell’invoice-trading sta sempre più convincendo imprese e imprenditori perché, da un lato, garantisce l’anticipo di cassa immediato e – dall’altro – l’assicurazione sul mancato pagamento del proprio credito commerciale.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Bad bank popolari venete: quanto valgono le partecipazioni da cedere?

UN TESORETTO TRA 700 E 1.200 MILIONI – Quanto possono valere le partecipazioni che la “bad b ...

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

UBS: IN ASIA CONCENTRATEVI SUGLI UTILI – Con la tensione creatasi tra Corea del Nord e Stati U ...

Cina, la minaccia di una bolla immobiliare

Tutte le incognite sulle prospettive del real estete della Repubblica Popolare nel medio e lungo te ...