Borsa in recupero, nel 2013 sale la capitalizzazione di Piazza Affari

A
A
A

Con le sue 18 ipo il 2013 è stato l’anno record delle matricole dal 2007. UniCredit la più scambiata, con un controvalore di 95,2 miliardi. Moncler maggior ipo dal 2000

di Redazione31 dicembre 2013 | 07:38

ANNO RECORD PER LE QUOTAZIONI – Il 2013 è stato l’anno record dal 2007 per le nuove quotazioni in Borsa, con 18 nuove ipo per una raccolta complessiva di 1,4 miliardi di euro. È quanto comunica Borsa Italiana nei dati di fine anno, aggiornati al 23 dicembre scorso. Complessivamente sono state 20 le nuovi ammissioni sui mercati azionari e 17 le società revocate, per un totale di 326 società quotate a fine anno (erano 323 a fine 2012), di cui 290 sul mercato principale, l’Mta (68 Star) e 36 su Aim Italia, il listino dedicato alle piccole e medie imprese. Tra le ipo solo due si sono quotate su Mta: Moleskine e Moncler, che ha rappresentato la più grande quotazione per controvalore richiesto dal 2000 (domanda di oltre 20 miliardi di euro pari a 31 volte l’ammontare dei titoli offerti e una raccolta di circa 680 milioni di euro). Una matricola si è quotata sul Miv e le altre 15 sull’Aim. A queste si aggiungono le ammissioni su Mta di Cnh Industrial dopo la fusione di Fiat Industrial in Cnh Industrial e di World Duty Free post scissione di Autogrill. Le ipo erano state sei nel 2012 e nove nel 2011.

IL BTP ITALIA TRASCINA IL MOT – 
Il Mot, mercato di Borsa Italiana dedicato a titoli di Stato e obbligazioni, segna nel 2013 il suo nuovo massimo storico per controvalore scambiato (328,6 miliardi di euro, +2,2% sul 2012). A spingere il dato è il Btp Italia: il 5 novembre è record assoluto in una singola seduta con oltre 18,3 miliardi scambiati. 
Il titolo UniCredit si conferma il più scambiato a Piazza Affari. Anche per il 2013 le azioni dell’istituto si è piazzato al primo posto sia per controvalore (95,2 miliardi) che per numero di contratti (5,5 milioni). Nel 2012 gli scambi su UniCredit avevano raggiungo il controvalore di 90 miliardi, per 6,7 milioni di contratti. In totale, gli scambi di azioni hanno raggiunto una media giornaliera di 2,2 miliardi di euro e 227.040 contratti. Complessivamente sono stati scambiati 56,8 milioni di contratti e un controvalore di 540,7 miliardi. Il massimo giornaliero per controvalore scambiato è stato raggiunto il 30 gennaio con 4,3 miliardi di euro e 409.685 contratti scambiati. La turnover velocity, cioé l’indicatore che rapportando il controvalore degli scambi alla capitalizzazione segnala il tasso di rotazione annuale delle azioni, è pari a 135,4% (dato aggiornato a fine novembre). Era al 145,6% un anno prima.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Europa dolce e amara per le aziende italiane

SPAGNA VERSO VIA LIBERA A MATRIMONIO ATLANTIA-ABERTIS – Europa dolce e amara per le imprese it ...

Usa: il dopo-Harvey potrebbe far sorridere Buzzi Unicem

DOPO HARVEY BUZZI UNICEM RIPARTE – Mors tua, vita mea: mentre negli Stati Uniti sale ancora il ...

Grande successo per ITForum Milano, sfoglia la gallery fotografica

Grande riscontro per l'edizione milanese di ITForum, che si è svolta giovedì 23 novembre nella cor ...