Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi12 luglio 2017 | 16:32

FCA SPERA IN CERTIFICAZIONE EPA – Fiat Chrysler Automobiles (oggi in rialzo dello 0,6% a Piazza Affari) avrebbe richiesto già a maggio la certificazione Epa per i modelli per il 2017 dei suoi veicoli diesel venduti negli States, dopo mesi di discussioni con le autorità Usa in merito al software per il controllo delle emissioni dei suoi motori. Le soluzioni proposte per ora non hanno indotto il Justice Department a ritirare la sua causa contro il produttore italo-americano, accusato di aver utilizzato software illegale per “truccare” i test relativi alle emissioni di sostanze inquinanti. L’Epa potrebbe tuttavia decidere a breve, secondo quanto riferisce Bloomberg citando una fonte “a conoscenza della vicenda”, se le soluzioni proposte siano adeguate.

PRONTI AD ADEGUARE ANCHE DIESEL IN CIRCOLAZIONESergio Marchionne, Ceo di Fiat Chrysler Automobiles, ha più volte sottolineato che se l’Epa accetterà le soluzioni proposte per i nuovi modelli 2017, esse potranno essere rapidamente installate anche sui veicoli già circolanti. L’agenzia da parte sua ha ricordato che non è solita commentare le domande di certificazione prima che i veicoli siano introdotti sul mercato. In precedenza alcuni altri produttori come Daimler hanno rinunciato ad ottenere la certificazione delle autorità Usa per i modelli diesel 2017, di fatto rinunciando a tornare sul mercato dei diesel a stelle e strisce.

FEINBERG ALL’OPERA SU TRANSAZIONE – Alcuni media americani avevano già segnalato come il gruppo Fca avesse riavviato la produzione dei modelli diesel a marchio Ram nella fabbrica di Warren, in Michigan, anche se solo per un numero estremamente limitato di esemplari (meno di due dozzine). In settimana il giudice federale Edward Chen ha inoltre nominato Ken Feinberg, l’avvocato che già partecipò alla definizione della transazione poi accettata da General Motors per chiudere una causa legata al malfunzionamento di alcuni iniettori, perché prenda parte ai negoziati per una eventuale transazione sul dieselgate di Fca.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Qatar isolato dopo attentato londinese

Commerzbank propone prepensionamenti

Piazza Affari: indici in rosso, ma non è solo colpa della politica

Macron ha vinto, le borse perdono terreno

Usa, la disoccupazione torna a livelli pre-crisi, le borse festeggiano

State Street: puntate su euro, bond e borse europee ma attenti alla volatilità

Euro, borse e bond in rialzo grazie ai risultati delle elezioni francesi

Elezioni francesi, evitato il peggio per i mercati

Lvmh: preconsuntivo trimestrale batte le attese, il lusso sta riaccelerando

Ti può anche interessare

Borse europee sottotono, pesa il tonfo delle banche spagnole

Borse europee in generalizzato calo, complice il tonfo dei titoli bancari spagnole (dopo una sentenz ...

FT: per le norme sul “bail-in” si avvicina il test decisivo

NORMATIVA BAIL-IN AL TEST ITALANO – Che possibilità ci sono per il sistema bancario italiano ...

Ubs perde quota in borsa nonostante buona trimestrale

UBS PERDE QUOTA DOPO TRIMESTRALE – Ubs in calo di quasi due punti in avvio di giornata a Zurig ...