Wall Street regge nonostante dati macro altalenanti

A
A
A

Dati macro altalenanti (il Pil del IV trimestre viene rivisto al ribasso, la fiducia dei consumatori sale ancora) non impediscono a Wall Street ulteriori spunti positivi

Luca Spoldi di Luca Spoldi28 febbraio 2014 | 21:30

WALL STREET REGGE NONOSTANTE IL PIL – Wall Street subisce solo in parte la revisione al ribasso (+2,4% annualizzato dal +3,2% della stima iniziale) del Pil Usa del quarto trimestre 2013, controbilanciata dall’ulteriore crescita della fiducia dei consumatori e vede il Dow Jones guadagnare lo 0,30% a fine giornata, e l’S&P500 chiudere a +0,28%, mentre il Nasdaq cede lo 0,25% e le small cap del Russell 2000 finiscono a -0,47%. Tra le blue chip si mettono in luce UnitedHealth Group, Microsoft e American Express mentre frena At&t.

BOND INCERTI, SI GUARDA ALLA FED – Dal canto loro i bond vedono il rendimento sul decennale riportarsi sul 2,66% e quello del trentennale scivolare sul 3,59% mentre gli operatori soppesano le ultime dichiarazioni, di ieri, di Janet Yellen secondo cui il rallentamento degli acquisti di bond proseguirà ma la Fed è pronta a cambiare politica se l’econonomia dovesse tornare a peggiorare. Dal canto suo l’oro scivola sui 1.327,5 dollari l’oncia (3,3 dollari meno di ieri), l’argento è fissato a 21,23 dollari (8 centesimi sotto l’ultima chiusura) e il petrolio chiude sui 102,5 dollari al barile (un quarto di dollaro più del precedente fixing). 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bond subordinati Mps, come ottenere i risarcimenti

Iccrea banca, emesso bond da 600 milioni

Bank of America: attenti agli emittenti “zombie” in caso di rialzo dei tassi in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

Fideuram Ispb colloca un bond di Intesa Sanpaolo

Wall Street consolida i record storici dopo il nulla di fatto della Federal Reserve

Grecia: bene il nuovo bond a 5 anni, ma la strada è ancora lunga

State Street: dopo il meeting della Bce euro può flettere, bond recuperare

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Per la Grecia è presto per tornare a emettere nuovi titoli di stato

Da Banca Leonardo un bond per puntare sull’agricoltura

Credem emette un bond da 100 milioni

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Bpvi – Veneto Banca, la soluzione Intesa Sanpaolo non entusiasma tutti

State Street: rendimenti sui T-bond e dollaro visti in calo dopo ultima mossa Fed

Btp a 30 anni, nuova emissione in arrivo

Titoli di stato italiani, i rendimenti non sono adeguati al rischio

Andrew Balls (Pimco): state attenti ai titoli di stato italiani, rendonon troppo poco

Titoli di stato: la domanda spinge i rendimenti verso il basso

Btp Italia, il Tesoro riacquisterà 3 miliardi della quinta emissione

Btp Italia: quasi 8,6 miliardi collocati dell’undicesima emissione

Bond: tassi in lieve rialzo in Europa, ma calano gli spread contro Bund

State Street: puntate su euro, bond e borse europee ma attenti alla volatilità

Euro, borse e bond in rialzo grazie ai risultati delle elezioni francesi

Goldman Sachs: consigli tattici per chi investe in bond

Coeure: tassi a breve negativi, non dipende dalla Bce

Il Kenya è il primo Paese al mondo a vendere bond solo su mobile

Campari in rialzo, Goldman Sachs e Barclays migliorano target price e giudizi

Societe Generale lancia un’obbligazione in dollari

Il bond di Azimut fa il pieno in un giorno

Azimut, per il bond rendimento attorno al 2,25%

Ti può anche interessare

Banche in crisi: per le ex popolari venete servono più capitali privati

ANCORA PROBLEMI PER LE EX POPOLARI VENETE – Banche in crisi: i problemi sembrano non finire pe ...

Inflazione al 2% in Eurolandia, non succedeva dal gennaio 2013

PREZZI SALGONO DEL 2% IN EUROLANDIA – L ‘inflazione ha toccato a febbraio il 2% annuo nell ...

Ubi Banca definisce le condizioni dell’aumento, chiude in rialzo del 2%

UBI BANCA CHIUDE A +2% – Ubi Banca guadagna il 2% a Piazza Affari a fine giornata, risalendo a ...