Via libera Fed al buy-back di Bny Mellon

A
A
A

Bny Mellon ottiene il via libera dalla Fed per un buy-back da 1,74 miliardi di dollari sulle azioni proprie ordinarie. Possibile un incremento del dividendo del 13%

Luca Spoldi di Luca Spoldi4 aprile 2014 | 08:10

BNY MELLON APPROVA BUY-BACK – Via libera dalla Federal Reserve al piano per il capitale di Bny Mellon per il 2014: il Cda della banca ha così potuto approvare un buy-back sulle azioni ordinarie proprie per un valore massimo di 1,74 miliardi di dollari. Il riacquisto verrà effettuato tra il secondo trimestre del 2014 e il primo trimestre del 2015.

POSSIBILE INCREMENTO DIVIDENDO – Il piano di capitale di Bny Mellon, ricorda una nota, prevede anche un possibile aumento del 13% dei dividendi distribuiti dalle azioni comuni del gruppo nel secondo trimestre del 2014, ipotesi che verrà discussa nella riunione di aprile del Cda dell’istituto.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

REFLATION TRADE GIA’ INCORPORATO NEI PREZZI – Il “reflation trade” (la scommessa che ci ...

Finanza, i trend dirompenti del mercato

Esplode la domanda di mobile payment, blockchain, Dlt e intelligenza artificiale ...

Sos iscrizione all’albo, Nafop in prima linea

L'associazione ha concluso un accordo con GimLegal, società specializzata nella consulenza legale e ...