Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi24 luglio 2017 | 11:55

OTTIMISMO RAZIONALE – L’ottimismo degli investitori continua a essere sostenuto dalla percezione di una crescita economica globalmente accettabile – benché negli ultimi tempi un po’ esitante negli Stati Uniti – e da una prolungata e grande fiducia nella saggezza delle banche centrali. Questo equilibrio prezioso tra economie “tiepide” e politiche monetarie “dolci”, notano nella loro nota mensile gli esperti di Carmignac, ormai già da diciotto mesi “permette agli investitori di affrontare con serenità tutte le incertezze, soprattutto politiche, contribuendo nel frattempo a stemperare le loro preoccupazioni sulle quotazioni dei mercati azionari e obbligazionari”.

CALA IL RISCHIO POLITICO – Non solo: “se talvolta gli investitori avvertono che questo periodo dura già da troppo tempo, cercano più che mai di approfittarne fino all’ultimo”. Un ottimismo generale confermato da livelli di volatilità storicamente bassi che secondo Didier Saint-Georges, managing director e membro del Comitato Investimenti di Carmignac, è un “ottimismo razionale, basato su una riduzione del rischio politico immediato, tanto negli Stati Uniti quanto in Europa, sulla resilienza dell’economia globale e sull’annunciata prudenza delle banche centrali. Tuttavia, converrebbe prestare più attenzione alle nuove zone di fragilità che lo costeggiano”.

ATTENZIONE AI CONTRACCOLPI DEL POPULISMO – Ad esempio, ricorda l’esperto, populismo ha ottenuto alcune vittorie politiche le cui ricadute economiche devono ancora manifestarsi. E così “l’economia britannica subirà gli effetti di un rallentamento degli investimenti dovuto allo spettro della Brexit, mentre l’Amministrazione Trump tenterà di affermare la propria autorità imponendo vincoli protezionistici ai partner commerciali (come nel caso delle importazioni di acciaio)”. In tale contesto, l’Europa, la Cina, il Giappone “dovranno dimostrare la loro abilità nel togliere le castagne dal fuoco. La dinamica europea, in particolare, potrebbe ritrovare un vigore economico e politico insperato”.

CRESCE IMPORTANZA ALLOCAZIONE GEOGRAFICA – Di conseguenza, per trarre vantaggio dalle dinamiche più promettenti, secondo l’esperto “una strategia di investimento vincente dovrà necessariamente implementare una corretta allocazione geografica e settoriale. A questa sfida si dovrà aggiungere una maggiore attenzione all’impatto che esercitano sui mercati le questioni geopolitiche e la gestione del processo di normalizzazione monetaria da parte delle banche centrali”. Insomma: va bene essere ottimisti, ma sempre e solo in modo razionale.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Qatar isolato dopo attentato londinese

Commerzbank propone prepensionamenti

Piazza Affari: indici in rosso, ma non è solo colpa della politica

Macron ha vinto, le borse perdono terreno

Usa, la disoccupazione torna a livelli pre-crisi, le borse festeggiano

State Street: puntate su euro, bond e borse europee ma attenti alla volatilità

Euro, borse e bond in rialzo grazie ai risultati delle elezioni francesi

Elezioni francesi, evitato il peggio per i mercati

Lvmh: preconsuntivo trimestrale batte le attese, il lusso sta riaccelerando

Ti può anche interessare

Startup: il meglio per il comparto della “food delivery” è già alle spalle?

FOOD DELIVERY AD UNA SVOLTA – Il settore della consegna a domicilio di generi alimentari, “f ...

Facebook festeggia il quinto compleanno dalla quotazione

5 ANNI FA FACEBOOK DEBUTTAVA A WALL STREET – Compleanno amarognolo per Facebook a Wall Street: ...

Tentori (Axa IM): “Ottimisti sul Btp”

Le previsioni sul 2018 del chief investment officer della casa di gestione ...