Promotori, ancora scintille su Enasarco

A
A
A

Federpromm torna a intervenire con una lettera del segretario generale. Che scrive a BLUERATING criticando alcune posizioni Anasf.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino30 giugno 2014 | 06:00

Tra i promotori finanziari resta acceso il dibattito sul ruolo e l’utilità dell’Enasarco. Dopo la richiesta avanzata da Anasf, Federagenti e Fiaip di commissariare l’ente (vai qui per la notizia), dopo la presa di posizione di Federpromm (qui la notizia) e la lettera del presidente di Anasf Maurizio Bufi a BLUERATING (qui il testo), interviene ancora Manlio Marucci, segretario generale Fedepromm, con una lettera a BLUERATING.

Caro Direttore,
ho letto l’intervento di Maurizio Bufi su bluerating.com: evidentemente ho colto nel segno, anche se su alcuni aspetti ne condivido la linea.
È una vecchia storia – quella della Fondazione Enasarco -  che risale agli anni ’90 e per amor di verità la nostra posizione – che oggi tardivamente esprime l’Anasf – era alla base delle nostre preliminari rivendicazioni: far confluire in una cassa autonoma o, in alternativa all’Inps, le quote versate dai promotori finanziari e oggi anche dagli agenti in attività finanziaria.
Ritengo sia utile e necessario – prima di fare affermazioni di circostanza – conoscere la storia dell’ente e la sua evoluzione, sul piano giuridico, normativo e politico/sindacale. Non si possono fare affermazioni di comodo e strumentali: vanno analizzati i dati degli associati nella loro composizione in termini quantitativi e qualitativi: per classi di età, per categorie,per professione, per anzianità di iscrizione, per sesso e per la percentuale dei contributi che vengono versati, sia da parte delle società che dei singoli agenti iscritti.
Molte sono le critiche avanzate dall’Anasf, ma mi chiedo: dov’era l’Anasf quando Federpromm sollecitava una unità di azione tra tutte le associazioni per realizzare un accordo economico tra associazioni degli intermediari e sindacati che istituisse un “fondo bilaterale” a cui far affluire i contributi degli pf e di recente anche quelli iscritti all’Oam? Un accordo negoziale – come saggiamente hanno fatto di agenti di assicurazione che non sono obbligati a tale contribuzione Enasarco – che avrebbe superato questa doppia contribuzione (Inps ed Enasarco) e avrebbe dato all’intera categoria un fondo autonomo (fondo pensione) in grado di soddisfare il problema previdenziale di tutti gli operatori finanziari. 
Non dimentico inoltre l’azione intrapresa nel lontano 1996 dall’Anasf e fortemente contrastata dalla Federpromm (allora aderente alla Cisl) durante la riforma della previdenza (Dini) del 1995, quando la stessa associazione fece del tutto per relegare la categoria nel fondo speciale dei commercianti presso l’Inps-evidenza contabile (legge 662/96) con tutte le storture che ne sono conseguite (aliquote contributive arrivate al 24% a solo carico dei pf ed agenti) e di cui oggi se ne vedono i risultati. Pensioni ridicole e contenziosi per mancati versamenti.
Molte responsabilità ricadono sulla classe dirigente dell’Anasf.

Manlio Marucci, segretario generale Federpromm

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Enasarco, ok al bilancio con l’appoggio Anasf

Bufi (Anasf) : “Fiducia a Costa per Enasarco”

Anasf, l’invito di Bufi a ConsulenTia 2018

Anasf, una borsa di studio per i consulenti under 30

Anasf, ancora pochi giorni per chiedere la borsa di studio

Bufi (Anasf) alla Camera: “I robo-advisor? Dovranno interagire con i consulenti finanziari”

Bufi: “Nessuna corsia preferenziale per i commercialisti”

Bufi (Anasf): “La politica ha dato un segnale chiaro alla Consob”

Sfuma il sogno dei commercialisti: inammissibile l’emendamento sulla iscrizione d’ufficio all’OCF

Bufi (Anasf) ai commercialisti: “Nell’Albo dei cf si entra con l’esame”

Bufi (Anasf): “Più decentramento sul territorio per la nostra associazione”

Congressi Anasf, gli eletti in Trentino Alto Adige, Piemonte, Valle d’Aosta e Umbria

Congressi Anasf, gli eletti in Puglia e Basilicata

Congressi Anasf, gli eletti in Emilia Romagna

Congressi Anasf, i nomi degli eletti in in Friuli, Liguria e Marche

Congressi Anasf, gli eletti in Sicilia e Sardegna

Congressi Anasf-Lombardia, vincono i cf di Fideuram

Congressi Anasf, testa a testa tra i cf di Fideuram e Banca Mediolanum

Congressi Anasf, i cf di Banca Mediolanum vincono in Veneto

Congressi Anasf, i cf di Fideuram Ispb fanno il pieno di voti in Abruzzo

Anasf, oggi vota la Lombardia

Anasf, anche la Sardegna al voto

Anasf, i congressi di Lazio e Campania

Enasarco, come controllare se i contributi sono in regola

Anasf, inizia la tornata elettorale

Bufi (Anasf): cara Consob, chiariamo l’ambito di attività di autonomi e scf

Il documento Anasf sulla Mifid 2. Il commento di Bufi

Wealth Management, a dicembre parte il Master

L’ Anasf partecipa alla Settimana dell’Investitore

Anasf lancia una campagna per le iscrizioni

Consulenti, Bufi (Anasf) lancia l’allarme remunerazione

ConsulenTia 2017, cala il sipario

D’Agostino (Consob): “Educazione finanziaria? Complimenti Anasf”

Ti può anche interessare

Banca Carige parte bene, poi tira il fiato

CARIGE ANCORA SOTTO I RIFLETTORI – Banca Carige avanti tutta, ma poi sul titolo scattano prese ...

Banca Mediolanum accelera a Piazza Affari

BANCA MEDIOLANUM FA SHOPPING – Tra il 12 e il 16 giugno scorso Banca Mediolanum è tornata ad ...

Mutui, che succederà quando la Bce interromperà il QE?

CHE SUCCEDERA’ AI MUTUI? – Se è probabile che la Banca centrale europea prosegua ancora per ...