Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi31 luglio 2017 | 11:07

HSBC ORMAI HA SVOLTATO – La svolta decisa sei anni fa dal numero uno (ormai in uscita) di Hsbc, Stuart Gulliver, inizia a generare risultati apprezzabili. Nel secondo trimestre dell’anno l’istituto anglo-cinese ha visto i ricavi rettificati e l’utile ante imposte salire rispettivamente del 4% e del 13%, superando in entrambi i casi le aspettative di mercato, inoltre la banca ha annunciato un altro buy-back da 2 miliardi di dollari, facendo salire a 5,5 miliardi la cassa restituita agli azionisti negli ultimi 12 mesi.

SI CERCA UN SUCCESSORE PER GULLIVER – Per riuscire nella svolta, Gulliver ha passato gran parte del suo mandato a ridurre le attività (Hsbc è uscito in questi anni da oltre 100 business e 18 mercati), imponendo un controllo più centralizzato e affrontando i costi legati a precedenti condotte non appropriate. Mark Tucker, che subentrerà come presidente a Douglas Flint in ottobre, sta già vagliando candidati interni ed esterni al gruppo in vista della sostituzione di Gulliver, avviato alla pensione e l’enfasi viene costantemente posta verso la capacità di rafforzare la ritrovata crescita dell’istituto.

INDICI DI CAPITALE ROBUSTI – Con un Commn equity Tier 1 ratio salito al 14,7% dal 14,3% di fine marzo (e contro un obiettivo di mantenerlo tra il 12% e il 13%), Hsbc a differenza della maggior parte delle grandi banche europee sembra ormai aver completato la fase di rafforzamento del capitale e può dunque tornare a puntare a remunerare i suoi azionisti (l’istituto ha comunque distribuito oltre 20 miliardi di dollari tra dividendi e buy-back dal 2015 a oggi, caso più unico che raro in Europa) e ad espandere le sue attività.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Usa: i dati macro fanno recuperare il dollaro, in calo i T-bond

DOLLARO IN RIPRESA – Il dollaro recupera finalmente terreno, con l’euro che scivola a 1, ...

Bitcoin e fondi, questo matrimonio non s’ha da fare

Le criptovalute, non avendo un valore tangibile sottostante, non possono essere oggetto di investime ...

Operatori finanziari, corso Assiom Forex e Sda Bocconi in 8 weekend

Al via le iscrizioni per la prima edizione del corso "Mercati e strumenti per operatori finanziari", ...