Wonder Woman sostiene i conti di Time Warner

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi2 agosto 2017 | 17:42

IL CINEMA SALVA TIME WARNER – Quando hai “Wonder Woman” al tuo fianco non puoi avere molto di che preoccuparti e così è stato per Time Warner, gigante statunitense dell’editoria che anche grazie ai successi al botteghino della pellicola cinematografica che ha incassato oltre 789 milioni di dollari in tutto il mondo è riuscita a battere le attese coi suoi conti trimestrali.

IL TRONO DI SPADE RESTA UN SUCCESSO – Il giro d’affari della controllata Warner Bros, infatti, è salito del 12,4% a 2,99 miliardi nel secondo trimestre dell’anno, ma un’altra spinta formidabile è venuta dal canale via cavo Hbo che grazie al “Trono di Spade” ha visto il giro d’affari salire a 1,48 miliardi. Complessivamente il fatturato del gruppo, che sta portando avanti l’acquisizione di At&t per 85 miliardi (il closing è atteso entro l’anno), è salito del 5,4% a 7,33 miliardi (il consensus si attendeva 7,3 miliardi), con utili per 1,33 dollari per azione (consensus: 1,19 dollari).

FRENA LA RACCOLTA PUBBLICITARIA – A frenare sono in compenso i ricavi pubblicitari (-6%), che anche nel trimestre appena iniziato dovrebbero registrare un calo tra l’1% e il 5% circa. Un trend che riflette certamente la concorrenza crescente che la Cnn e in generale le attività televisive di Time Warner subiscono da Netflix o dal servizio Prime Video di Amazon, anche se per ora Cnn e il canale d’intrattenimento Tnt hanno registrato un incremento del 3,1% dei ricavi a 3,1 miliardi nel trimestre. La risposta del mercato alla trimestrale è stata moderatamente positiva, con il titolo che ha toccato i 102,83 dollari prima di tornare a oscillare sui 102,52 dollari (+0,10%).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

A ITForum i risultati esclusivi sul rapporto tra trader e finanza digitale

Ancora bassa la disponibilità nei confronti delle nuove piattaforme Fintech e degli intermediari no ...

Banca Generali in calo, dopo parole di Mossa

BANCA GENERALI SOTTOTONO – Banca Generali perde quota a Piazza Affari, passando di mano a 23,5 ...

Coeure: tassi a breve negativi, non dipende dalla Bce

STIMOLI BCE NON OSTACOLANO MERCATI – Per ora non vi sono prove che gli “aggressivi” stimol ...