Le banche preferiscono Btp e Cct a nuovi prestiti

A
A
A

A fine luglio il calo dei prestiti al settore privato è tornato ad accelerare, nonostante acceleri la crescita dei depositi. Per le banche italiane meno Bot e Ctz, più Cct e Btp.

Luca Spoldi di Luca Spoldi9 settembre 2014 | 13:32

BANCHE: ANCORA IN CALO I PRESTITI – L’ammontare di titoli di stato detenuti dalle banche italiane è calato a fine luglio a 397,215 miliardi di euro (rispetto ai 399,047 di giugno e al massimo di 404,808 miliardi di fine aprile); sempre in luglio, secondo quanto rende noto Banca d’Italia, sono calati anche i prestiti al settore privato (-2,6% dopo il -2,3% di giugno) tanto per quanto riguarda le imprese (-3,9%) quanto per le famiglie (-0,8%), mentre la crescita della raccolta è salita al +2,9% dal +2,4% del mese precedente.

MENO BOT E CTZ IN PORTAFOGLIO – Il calo dei titoli di stato in portafoglio alle banche è interamente da addebitare alla minor quantità di Bot (19,02 miliardi dai 22,69 miliardi del mese precedente) e Ctz (34,148 miliardi contro 34,194 miliardi) detenuti, mentre aumentano leggermente sia i Btp (269,736 miliardi da 268,532 miliardi) sia i Cct (64,144 contro 63,406 miliardi), a conferma della ricerca di maggiori rendimenti da parte degli investitori. Una ricerca che oggi si interrompe col rendimento sul decennale guida che risale sul 2,38% con uno spread contro Bund che si riporta appena sopra l’1,37%.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Un appello a Di Maio per parlare anche di consulenza

Finanziamenti, nel 2018 piccolo è meglio

Banche, quanti tagli alle filiali

Caso Galloro, la risposta di Südtirol Bank

Intesa Sanpaolo è la miglior banca italiana

Banche, in Europa fusioni all’orizzonte

Consulente sospeso, riabilitato, risospeso e poi radiato

Consulenza, tra banche e reti non c’è storia

Massimo Doris vale 100 milioni

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Südtirol Bank pesca l’asso da Fideuram

Fineco, quanto è buono il gestito nella raccolta

Diamanti, si ritiri chi può

Divergenze sulla governance, si dimette il presidente di Banca Carige

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Ti può anche interessare

Nasce Italiafintech

Il gruppo di lavoro opererà per sostenere la crescita e promuovere una nuova cultura dei servizi fi ...

Sos iscrizione all’albo, Nafop in prima linea

L'associazione ha concluso un accordo con GimLegal, società specializzata nella consulenza legale e ...

Forbes Italia, il primo numero in edicola il 24 ottobre

Al via anche il sito Forbesitalia.com e le iniziative Forbes Live ...