Anche Citigroup teme ulteriori costi legali

A
A
A

Dopo Rbs, Barclays e Deutsche Bank, anche Citigroup annuncia un accantonamento extra da 600 milioni di dollari in previsione di futuri oneri legali.

Luca Spoldi di Luca Spoldi31 ottobre 2014 | 17:12

CITIGROUP ACCANTONA ALTRI 600 MILIONI – Il 2014 si sta rivelando un anno molto costoso per le grandi banca mondiali, a causa di procedimenti legali pendenti che stanno portando i principali istituti internazionali ad accumulare centinaia di milioni di dollari in vista di transazioni extragiudiziali che potrebbero costar loro assai caro. L’ultima in ordine di tempo è stata Citigroup, che ha fatto sapere ieri sera di aver accantonato altri 600 milioni rispetto ai dati trimestrali preannunciati il 14 ottobre scorso per coprire futuri costi legati ai procedimenti pendenti e che oggi si muove in calo di un paio di punti percentuali nel pre-borsa di New York.

MOSSE SIMILI PER RBS, BARCLAYS E DEUTSCHE BANK – Prima di Citigroup era stata Royal Bank of Scotland a segnalare nella trimestrale di aver effettuato accantonamenti per 640 milioni di dollari in relazione alla causa per il tentativo di manipolazione di alcuni cambi, mentre Barclays ha accumulato altri 800 milioni di dollari in previsione dei costi che dovrà sostenere per lo stesso motivo e Deutsche Bank ha segnalato 894 milioni di euro di accantonamenti legati a contenziosi legali.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Bill Gross: attenti ad alzare i tassi, per gli Usa potrebbe significare recessione

GROSS: ATTENTI AD ALZARE I TASSI – Bill Gross, celebre gestore americano responsabile dei fond ...

Consulenti: come essere pronti a gestire una crisi

Da dove potrà giungere la prossima crisi finanziaria? Siamo pronti per affrontarla? ...

Ferrari a un passo dai 100 euro, gli analisti si dividono sul futuro

FERRARI A UN SOFFIO DAI 100 EURO – Ferrari punta a quota 100, anche se non tutto il mercato se ...