Borse influenzate da mosse banche centrali

A
A
A

Mercati influenzati dalle decisioni delle banche centrali: la Bank of Japan non aumenta il QE e il listino di Tokyo cade, per la Fed rallentamento Pil temporaneo, tassi sù a giugno?

Luca Spoldi di Luca Spoldi30 aprile 2015 | 09:14

LA BOJ NON AUMENTA IL QE – La Bank of Japan delude le attese e si astiene dall’incrementare il suo quantitative easing, nonostante prezzi ancora cedenti in Giappone, proprio mentre la Cina segnala un incremento dei rischi per quanto riguarda la crescita della domanda domestica. Risultato: l’indice Nikkei225 ha chiuso oggi in calo del 2,13% a 19.520 yen, mentre Hong Kong è arretrato dello 0,94% e Shanghai ha perso poco più di mezzo punto.

FEDERAL RESERVE OTTIMSTA SUL PIL – Prudente ma non negativo l’avvio della giornata in Europa, dopo il deciso storno di ieri, con l’Eurostoxx50 che recupera lo 0,12%, dopo che al termine dei due giorni di Fomc la Federal Reserve ieri ha lasciato aperta l’ipotesi di un primo rialzo dei tassi Usa a giugno, sottolineando come il rallentamento della crescita del Pil (+0,2% su base annualizzata al termine del primo trimestre dell’anno) sia dovuto a “fattori temporanei” ribadendo comunque di attendersi “una crescita dell’attività economica a un ritmo moderato” nei prossimi trimestri.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Trump impensierisce anche la borsa di Tokyo

Bank of Japan lascia invariati tassi e quantitative easing

La borsa di Tokyo apprezza il cambio di strategia della Bank of Japan

Ti può anche interessare

Piazza Affari: Generali recupera il 3%, Mps crolla del 13%

Piazza Affari poco mossa, tra allungi per titoli della moda e ciclici e nuovi tonfi per i finanziari ...

Conti in rosso per Commerzbank, pesa la ristrutturazione in atto

Trimestrale in rosso per Commerzbank: sui conti dell’istituto guidato da Martin Zielke pesa la pro ...

Rottamazione delle cartelle, c’è tempo fino a lunedì

Entro lunedì 31 luglio chi vuole procedere alla rottamazione delle cartelle deve pagare la prima o ...