Voluntary disclosure nel pantano?

A
A
A

L’allarme dell’esponente dell’Agenzia delle Entrate: pesa l’incertezza sul raddoppio dei termini di accertamento.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino29 maggio 2015 | 06:03

INCERTEZZA SUL RADDOPPIO DEI TERMINI – Il rimpatrio dei capitali è nel pantano? “L’incertezza sul raddoppio dei termini di accertamento è il principale freno della voluntary disclosure. Fino a quando la norma prevista dalla legge delega non sarà in vigore, è difficile ipotizzare che la collaborazione volontaria decolli”. A dirlo ieri è stato Antonio Martino, responsabile dell’Ucifi (la task force dell’Agenzia delle Entrate per il contrasto gli illeciti internazionali), intervenuto a Pavia all’11° convegno organizzato dal Codis, il coordinamento degli ordini dei commercialisti lombardi, e Kpmg.

CRITICITA’ OPERATIVE – Martino ha riconosciuto che restano diverse le criticità operative legate alla disclosure, ma che tra queste il raddoppio è probabilmente la più rilevante. Con l’approvazione del dlgs sulla certezza del diritto, che limiterà l’estensione delle annualità accertabili in presenza di reato ai soli casi in cui la denuncia sia effettuata entro i termini ordinari di controllo, ai fini del rientro dei capitali i periodi d’imposta anteriori al 2010 saranno neutralizzati, rendendo quindi la procedura più certa e meno costosa per i contribuenti.

RASSICURAZIONI – Il direttore dell’Agenzia delle Entrate Lombardia ha provato a dare una rassicurazione ai contribuenti fornendo una sua soluzione al problema: “L’Agenzia delle Entrate ha invitato i contribuenti a presentare comunque le istanze, rassicurando che, laddove il dlgs sulla certezza del diritto venisse approvato nel corso della fase istruttoria della pratica, l’ufficio terrà conto solo degli anni ordinariamente accertabili, neutralizzando d’ufficio quelli ‘raddoppiati'”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, Gross delude a Janus

Fondi, addio alle 3 regine

Consulenti, Banca Ipibi lascia Assoreti

“Voluntary disclosure”, le pratiche accelerano

Promotori, Gerardini in Finanza & Futuro

Voluntary disclosure, proroga in due tempi

Hedge, Busson migliora Gottex

“Voluntary disclosure”, meno di 20.000 domande

Antiriciclaggio: ecco le nuove regole

Campora (Allianz): gestire il cliente “ibrido”

Quel 60% deve far paura a promotori e private

Private banking, Albertini Syz in crescita

Azimut pesca l’asso Latini

“Voluntary disclosure” per gli anni prescritti

Private banking, Santander Italia migliora

Fondi, Arpe festeggia con Sator

Promotori, 2 tappe per Sol&Fin

Superfideuram, fatta la squadra

“Voluntary”, il Fisco alza la posta

Superfideuram, benedizione di Draghi

Giuliani (Azimut): l’Italia può anche colonizzare

Private Banking, Ubs Italia corre

Promotori, la lezione Vanguard-Pimco

Banca, 2 top manager per Bpvi

Fideuram, Colafrancesco presidente

Fondi, il “guru” Gross è deludente

“Voluntary disclosure”, intoppo “waiver”

Fondi, regalone Pioneer a UniCredit

Fondi, Kairos diventa banca

Promotori, elezioni Anasf pronti via!

Azimut, il mistero di BlackRock

Voluntary disclosure, il peso dell’Iva

Fondi, BlackRock ha il mal di testa

Ti può anche interessare

Crescita Usa rallenta: Pil +1,9% nel quarto trimestre 2016

PIL USA +1,9% NEL QUARTO TRIMESTRE – Il Prodotto interno lordo negli Usa è salito dell’1,9% ...

Dichiarazione Iva, ultime ore per il ravvedimento operoso

Entro il 29 maggio sarà possibile regolarizzare l'omesso versamento tramite ravvedimento operoso. ...

Ci sono sempre più milionari in tutto il mondo

CONTINUA A CRESCERE LA RICCHEZZA PRIVATA – La ricchezza finanziaria privata continua a crescer ...