Vola l’utile di Poste Italiane, che si prepara a sbarcare in Borsa

A
A
A

Poste Italiane chiude una semestrale con utili pari a 435 milioni, quasi il doppio dello scorso anno, e presenta domanda di ammissione a Borsa Italiana. L’Ipo avverrà in autunno

Luca Spoldi di Luca Spoldi3 agosto 2015 | 05:26

POSTE ITALIANE APPROVA SEMESTRALE – Con l’autunno dovrebbe concretizzarsi l’atteso sbarco di Poste Italiane in borsa. Il gruppo guidato da Francesco Caio ha infatti chiuso il primo semestre del 2015 con un utile netto di 435 milioni, contro i 222 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente, annunciando l’avvio della fase esecutiva del progetto di quotazione con l’approvazione della domanda di ammissione a Borsa Italiana.

IN AUTUNNO SBARCO A PIAZZA AFFARI – Con l’operazione l’attuale azionista unico, il Tesoro italiano, punta a ricavare fino a 4 miliardi di euro;  le privatizzazioni italiane proseguiranno poi con lo sbarco sul listino di Ferrovie dello Stato, probabilmente già l’anno venturo. Quanto a Poste Italiane, il quasi raddoppio dell’utile netto è dovuto in parte alla nuova disciplina sull’Irap. In ogni caso l’utile operativo (638 milioni) è cresciuto del 26% ai 506 milioni di un anno prima, mentre la posizione finanziaria netta consolidata è in avanzo di 4,6 miliardi, confermandosi sui livelli di fine 2014.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Seduta positiva per le maggiori banche italiane ed europee

L’iPhone day fa correre Stmicroelectronics a Milano

Unicredit e Mediobanca sotto i riflettori a Piazza Affari

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Piazza Affari, occhio a Banca Carige, Unipol e Banca Mediolanum

Mps punta a tornare sul listino a inizio ottobre

Banco Bpm prudente, ma si attendono novità positive

Ferrari a un passo dai 100 euro, gli analisti si dividono sul futuro

Unieuro oggi batte un poco meno forte a Piazza Affari

Pirelli punta a tornare in borsa a ottobre

Banca Ifis vede utile raddoppiare a fine anno, non esclude acquisizioni

Fca prosegue la sua corsa, nuovo record storico in borsa: 13,5 euro

Generali: attesa per cessioni riporta interesse sul titolo

Geely dopo Volvo conquista anche Lotus, chi sarà il prossimo?

La crescita del Pil dovrebbe far bene alle banche italiane

Anche Mittel in corsa per Quadrivio Sgr?

Banca Generali: commissioni a tutto gas nel primo semestre

Ubi Banca: semestrale ok ma sul titolo pesa l’effetto Trump

Anima Holding frena nonostante buona raccolta di luglio

I numeri semestrali fanno correre Banca Ifis

Piazza Affari, giornata positiva grazie alle banche

Credem positivo dopo la trimestrale

Anima sottotono dopo acquisizione Aletti Gestielle

Al cavallino serve un Suv per correre ancora in borsa

Banca Carige: trimestrale con luci ed ombre, il titolo perde quota in borsa

Unipol: il semestre chiude in rosso, ma meno del previsto

Prelios prova un ulteriore scatto dopo rilancio Burlington

Poste Italiane attende i conti, non risente di via libera a Ddl concorrenza

Generali in allungo, i conti sono piaciuti

Banca Intermobiliare non reagisce in borsa alla cessione di Bim Suisse

Exprivia tira il fiato dopo acquisizione 81% Italtel

Azimut, Anima e FinecoBank: risparmio gestito sotto i riflettori a Milano

Prelios in rosso, respinta dai grandi soci la contro offerta di Cefc

Ti può anche interessare

CF Webinars, il Fintech al centro della puntata di luglio

L’appuntamento è per lunedì 16, dalle 15 alle 16.  ...

BLUERATING in edicola: “Puntare sull’Italia”

Il numero di gennaio del mensile dedica la sua cover story a Lorenzo Gazzoletti direttore generale e ...

Consob, 3 segnalazioni e un comun denominatore

A pesare è svolgimento nei confronti del pubblico italiano dei servizi e delle attività di investi ...