Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi11 settembre 2017 | 17:46

AMBIENTE FAVOREVOLE AGLI ASSET RISCHIOSI – Abbiamo ormai passato la metà anno ed è tempo di un primo bilancio, come nota Joseph Little, Chief global strategist di Hsbc Global Asset Management. Per quanto riguarda in particolare l’azionario, a fronte di un mix di buona crescita economica, bassa inflazione e bassa volatilità che hanno creato “un ambiente favorevole per gli asset più rischiosi”, come le azioni o le obbligazioni societarie, Little sottolinea come “per la prima volta dal 2010 la performance dei titoli statunitensi è stata peggiore rispetto a quella dei titoli degli altri paesi”.

RALLY AZIONARIO ANCORA INTATTO – Nel complesso, fino ad ora, i mercati mondiali azionari sono risultati abbastanza solidi, riportando performance migliori del previsto nonostante i forti timori geopolitici. Importanti eventi di mercato, quali la presentazione del nuovo programma politico dell’amministrazione statunitense, l’avvio della Brexit, i timori dovuti ai test missilistici della Corea del Nord e le elezioni francesi “non sono riusciti a sabotare il rally dei mercati azionari”. Così da inizio anno i titoli azionari “hanno riportato performance al rialzo superando le nostre attese per i profitti di lungo termine e per ora questi risultano più costosi”.

ATTENTI A SELEZIONE TITOLI E MIX REGIONALE – La scelta dei titoli e il mix regionale, secondo l’esperto, “avranno un peso ancora più significativo nel secondo semestre dell’anno. Non ci aspettiamo una significativa inversione di marcia nei mercati azionari, con l’economia mondiale apparentemente in ripresa e una “globalizzazione inversa” che non è avvenuta nel modo inizialmente previsto. Si ritiene, tuttavia, che le azioni abbiano raggiunto più o meno il loro fair value”. Per la seconda metà di quest’anno, “potremmo assistere a una “retromarcia” da parte di quegli investitori che in passato hanno sempre desistito di fronte all’investimento azionario, in particolar modo nei mercati emergenti”.

SERVONO PORTAFOGLI BEN DIVERSIFICATI – Questo, tuttavia, “potrebbe portare a un ulteriore crescita dei mercati. Ciò inoltre potrebbe rappresentare un chiaro punto di contrasto con tutti quegli investitori che hanno cercato di scegliere selettivamente le precise date di entrata e uscita dei mercati, sulla base delle previsioni di eventi manifestatisi a livello geopolitico dall’inizio dell’anno”. In pochi, nota ancora Little, hanno riscontrato successo, “dimostrando pertanto che, piuttosto che prevedere il mercato, solo un portafoglio ben diversificato rappresenta decisamente la miglior opzione contro il rischio”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Qatar isolato dopo attentato londinese

Commerzbank propone prepensionamenti

Piazza Affari: indici in rosso, ma non è solo colpa della politica

Macron ha vinto, le borse perdono terreno

Usa, la disoccupazione torna a livelli pre-crisi, le borse festeggiano

State Street: puntate su euro, bond e borse europee ma attenti alla volatilità

Euro, borse e bond in rialzo grazie ai risultati delle elezioni francesi

Elezioni francesi, evitato il peggio per i mercati

Lvmh: preconsuntivo trimestrale batte le attese, il lusso sta riaccelerando

Ti può anche interessare

Warren Buffett compra Oncor (distribuzione di energia in Texas) per 9 miliardi

BERKSHIRE HATHAWAY ACQUISISCE ONCOR – Mossa a sorpresa di Berskhire Hathaway: mentre molti ana ...

Blueindex: Man Group si riporta sui valori visti a fine maggio

MAN GROUP RECUPERA TERRENO – Deciso rimbalzo per il titolo Man Group venerdì scorso, tanto ch ...

Voluntary bis, pronto il modello definitivo

Un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, pubblicato oggi, ha infatti approvato ...