Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi12 settembre 2017 | 12:32

UNICREDIT AVANTI TUTTA – Titoli bancari in evidenza anche stamane a Piazza Affari, come previsto dai trader a inizio giornata. Tra i migliori si mettono in luce Unicredit (+1,98% a 17,52 euro per azione), Banco Bpm (+1,28% a 3,166 euro) e Ubi Banca (+0,92% a 3,934 euro a titolo). In una giornata che non presenta particolari dati macro, a offrire sostegno al comparto sono gli ultimi dati diffusi dalla Banca d’Italia relativamente all’andamento del credito in luglio.

BUONI SEGNALI DAL CREDITO – In un mese che ha visto i prestiti alle famiglia salire del 2,7% (contro il +2,6% segnato nel  mese  precedente) e quelli alle società non finanziarie dello 0,5% (erano rimasti stabili in giugno), i depositi del settore privato sono saliti del 3,5% (contro il +4,5% del mese precedente) e la raccolta obbligazionaria è calata del 14,2%. Soprattutto, le sofferenze su crediti sono calate del 5,1% su base annua (erano cresciute ancora del 4,4% il mese precedente).

SOFFERENZE LORDE AI MINIMI DAL LUGLIO 2014 – Nel dettaglio, le sofferenze lorde sono calate a 173,59 miliardi di euro, il minimo dal luglio 2014, rispetto ai 192 miliardi di giugno, mentre le sofferenze nette sono scese a 65,843 miliardi dai 71,237 del mese precedente. Banca d’Italia segnala peraltro come “quando si corregge per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, le sofferenze risultano cresciute del 10,3% (come nel mese precedente).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cassa di Risparmio di Asti, porte aperte ai giovani

Banche, la rivoluzione della tecnologia Blockchain

SGSS si conferma banca depositaria per Inarcassa

Consulente formato, mezzo salvato…parola di Mifid 2

Santander, eccellenza nella gestione delle risorse umane

Banca del Piemonte dirige la sua nuova Orchestra

Intesa e Altis a braccetto con gli imprenditori del futuro

Consulente, sei incompetente per Mifid2?

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

Private, Credit Suisse perde Riccucci

Banche, chiusure a raffica per le filiali

Anasf, Alessandrini alla guida dei Probiviri

Bnl-Bnp Paribas LB: superata quota 100 ingressi nel 2017

Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

Banche, calano le sofferenze. Ma attenzione ai titoli tossici

Banche, Gentiloni punzecchia la Bce

Banche, così saranno quelle del futuro

Banche del territorio, un trio per tutelare i valori e gli interessi

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

Ti può anche interessare

Sapa acquisisce Brigoni

Operazione nel settore della componentistica per l’automotive ...

Caos Spesometro, il termine slitta al 5 ottobre

Il servizio web "Fatture e Corrispettivi", temporaneamente sospeso dalla serata del 22 settembre, sa ...

Anche Mittel in corsa per Quadrivio Sgr?

MITTEL STUDIA IL DOSSIER QUADRIVIO – Mittel, finanziaria bresciana storicamente vicina al pres ...