Avvio scoppiettante per Piazza Affari, tra trimestrali e attese per Mps

A
A
A

Piazza Affari in rialzo grazie ai finanziari, con Mps e Generali subito in luce. Tonfo di Mediaset dopo la semestrale, deboli i petroliferi con Saipem ed Eni in calo di un punto

Luca Spoldi di Luca Spoldi29 luglio 2016 | 08:03

MILANO VUOLE RECUPERARE TERRENO – Piazza Affari ha voglia di recuperare subito il terreno perso e si vede: dopo neppure mezzora di scambi il Ftse Mib segna +1,12%, il Ftse Italia All-Share guadagna l’1,01% e il Ftse Italia Star sale dello 0,44%. Occhi puntati, naturalmente, su Mps, che in attesa della trimestrale e del piano per la messa in sicurezza dell’istituto senese che dovrebbe prevedere la cessione di una consistente porzione del portafoglio di Npl e un aumento di capitale (si parla di 5 miliardi di euro), cui la Fondazione Mps, un tempo azionista di controllo, ha già fatto sapere che non intende partecipare.

MPS E GENERALI A TUTTO GAS – Dopo un’apertura a +8% su Mps scattano alcune prese di profitto che riducono il guadagno al 5,5% circa. Appena inferiore il rialzo di Generali, che ha chiuso il primo semestre del 2016 raccogliendo premi complessivi per 36,9 miliardi (-2,1% annuo) a causa del contributo negativo del business Vita, in calo del 3,5% annuo a causa della volatilità dei mercati e della “Brexit”. In crescita i premi del ramo danni (+1,3%) grazie al Rc Auto in crescita del 2,3% annuo. Il risultato operativo consolidato ammonta a 2,5 miliardi, in calo del 10,5%. Il combined ratio è pari al 92,3%, in miglioramento di 3 punti percentuali rispetto a un anno prima, mentre capitale e le riserve ammontano a 24.5 milioni, in crescita del 4,2%.

BENE I FINANZIARI, DELUDONO I CONTI DI MEDIASET – Tra gli altri titoli si mettono in luce Bper (+4,6%), Unicredit (+3,4%) e Intesa Sanpaolo (+2,4%) che non dovrebbero avere problemi con gli esiti degli stress test Eba, attesi nella tarda serata di oggi. Riprende il calo verticale di Mediaset (-5,55% dopo aver sfiorato il -8%) complice una bocciatura da parte di Equita Sim e Cheuvreux (entrambe hanno tagliato il rating a “hold”) dopo risultati semestrali al di sotto delle attese e mentre restano alte le tensioni legate alle possibili azioni legali contro Vivendi, per il mancato rispetto degli accordi in merito alla cessione di Mediaset Premium. Ancora sottotono i petroliferi con Saipem ed Eni in calo di oltre un punto percentuale.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mossa (Banca Generali): “Il nostro modello di business? Sostenibile e socialmente responsabile”

Banca Generali, raccolta a razzo

Fideuram ISPB corre da sola, B. Generali insegue

Banca Generali accelera nel digital wealth management

Banca Generali prende due private a Carrara

Banca Generali, cala il sipario sul buy back

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Banca Generali, raccolta al top ad agosto

Mps punta a tornare sul listino a inizio ottobre

Ragaini (B.Generali): “A breve nuove soluzioni Pir”

Cernobbio, Donnet (Generali): “Puntiamo a cedere 1 miliardo di asset”

Generali: attesa per cessioni riporta interesse sul titolo

Banca Generali, la raccolta supera i 4 miliardi

Banca Generali, i reclutamenti da qui a fine anno

Generali in allungo, i conti sono piaciuti

Banca Generali, la semestrale promossa dagli analisti

Banca Generali, il miglior semestre della storia

Banca Generali cresce puntando sul wealth management

Generali cede le attività Vita in Germania? Per gli analisti sarebbe coerente

Mifid 2 e Banca Generali, pioggia di lodi dagli analisti

Nuovo bond catastrofale per Generali Assicurazioni

Risparmio gestito, a maggio ruggisce il Leone

Banca Generali si scatena

Generali punta sulla Malesia

I fondi Investec Am nella rete di Banca Generali

Banca Carige, c’è maretta ai piani alti

Risparmio gestito: oro Intesa Sanpaolo, argento Generali

Generali perde quota dopo i numeri della trimestrale

Generali è la Compagnia Innovativa 2017 agli Efma-Accenture Awards

Assogestioni, Bnp Paribas balza in testa

Euro, borse e bond in rialzo grazie ai risultati delle elezioni francesi

Generali, Leonardi alla guida del business in Asia

Dipendenti e agenti Generali si sfidano sull’innovazione in un hackathon

Ti può anche interessare

Bluerating: brilla Unicredit, perde quota Morgan Stanley

BANCARI EUROPEI IN RIPRESA – Bancari a tutto sprint ieri sui mercati europei, anche grazie all ...

Piazza Affari prova a riprendere la marcia

MILANO APRE FEBBRAIO IN RIPRESA – Lasciatosi alle spalle il primo mese dell’anno, chiuso con ...

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

LA BOJ NON CAMBIA STRADA – Secondo Haruhiko Kuroda, governatore della Bank of Japan (BoJ), è ...