Avvio scoppiettante per Piazza Affari, tra trimestrali e attese per Mps

A
A
A

Piazza Affari in rialzo grazie ai finanziari, con Mps e Generali subito in luce. Tonfo di Mediaset dopo la semestrale, deboli i petroliferi con Saipem ed Eni in calo di un punto

Luca Spoldi di Luca Spoldi29 luglio 2016 | 08:03

MILANO VUOLE RECUPERARE TERRENO – Piazza Affari ha voglia di recuperare subito il terreno perso e si vede: dopo neppure mezzora di scambi il Ftse Mib segna +1,12%, il Ftse Italia All-Share guadagna l’1,01% e il Ftse Italia Star sale dello 0,44%. Occhi puntati, naturalmente, su Mps, che in attesa della trimestrale e del piano per la messa in sicurezza dell’istituto senese che dovrebbe prevedere la cessione di una consistente porzione del portafoglio di Npl e un aumento di capitale (si parla di 5 miliardi di euro), cui la Fondazione Mps, un tempo azionista di controllo, ha già fatto sapere che non intende partecipare.

MPS E GENERALI A TUTTO GAS – Dopo un’apertura a +8% su Mps scattano alcune prese di profitto che riducono il guadagno al 5,5% circa. Appena inferiore il rialzo di Generali, che ha chiuso il primo semestre del 2016 raccogliendo premi complessivi per 36,9 miliardi (-2,1% annuo) a causa del contributo negativo del business Vita, in calo del 3,5% annuo a causa della volatilità dei mercati e della “Brexit”. In crescita i premi del ramo danni (+1,3%) grazie al Rc Auto in crescita del 2,3% annuo. Il risultato operativo consolidato ammonta a 2,5 miliardi, in calo del 10,5%. Il combined ratio è pari al 92,3%, in miglioramento di 3 punti percentuali rispetto a un anno prima, mentre capitale e le riserve ammontano a 24.5 milioni, in crescita del 4,2%.

BENE I FINANZIARI, DELUDONO I CONTI DI MEDIASET – Tra gli altri titoli si mettono in luce Bper (+4,6%), Unicredit (+3,4%) e Intesa Sanpaolo (+2,4%) che non dovrebbero avere problemi con gli esiti degli stress test Eba, attesi nella tarda serata di oggi. Riprende il calo verticale di Mediaset (-5,55% dopo aver sfiorato il -8%) complice una bocciatura da parte di Equita Sim e Cheuvreux (entrambe hanno tagliato il rating a “hold”) dopo risultati semestrali al di sotto delle attese e mentre restano alte le tensioni legate alle possibili azioni legali contro Vivendi, per il mancato rispetto degli accordi in merito alla cessione di Mediaset Premium. Ancora sottotono i petroliferi con Saipem ed Eni in calo di oltre un punto percentuale.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali: innovazione e fintech a supporto del private

Banca Generali, AllianzGI sopra il 5%

La volatilità spinge la raccolta di Banca Generali

Banca Generali, produzione solida ad aprile

Bocconi, Generali sale in cattedra

L’Olanda affonda la raccolta del Leone

Banca Generali, spazio alle polizze

Vontobel: Generali pigliatutto

Banca Generali scatenata

Banca Generali accanto al Fai per le Giornate di primavera

Trading online, nasce BG Saxo Sim

B.Generali mister miliardo, non teme la volatilità

I fondi di Tendercapital nella rete di Banca Generali

Banca Generali, che balzo nel reclutamento

Banca Generali, l’orizzonte è sostenibile

Fideuram e Generali, regine a gennaio

Faro di Ivass e Agcm su Generali, Allianz e Zurich

Banca Generali, Allianz GI terzo azionista

Assogestioni, a gennaio boom di Generali

Generali approva la strategia sul climate change

Mossa (Banca Generali): “Sui mercati correzione attesa”

Banca Generali, utile al record storico

ConsulenTia18/Bernardi (Banca Generali): “La crescita compenserà i margini”

Procapite, i cf di Banca Generali ancora leader

Fondi comuni, Intesa Sanpaolo campione 2017

Mossa (Banca Generali): “Obiettivo 70 miliardi di masse al 2021”

Mifid 2, Mossa: “Vincono i professionisti vicini al cliente”

Banca Generali, pioggia di lodi dagli analisti

Banca Generali, record di raccolta nel 2017

Consulenti, Mossa vince nel pro-capite

Azimut torna a ruggire nel reclutamento

Banca Generali, sale Bernardi

Banca Generali, campione di raccolta

Ti può anche interessare

eToro si rafforza con Lord Fink

La nuova nomina in eToro fa seguito al crescente interesse per gli asset crypto da parte degli inves ...

Criptovalute, il warning della vigilanza europea sui rischi

Un avviso congiunto delle autorità sui rischi collegati alle valute virtuali ...

Il rating si fa sostenibile

S&P Global Ratings crea la divisione Sustainable Finance per un maggiore focus su analisi e rice ...