Le valute virtuali non rimpiazzeranno le monete tradizionali

A
A
A

Secondo l’ultima ricerca Swift, i Bitcoin non costituiscono un rischio immediato per la stabilità monetaria, finanziaria o economica.

Daniel Settembre di Daniel Settembre6 settembre 2016 | 08:41

Il Bitcoin potrà davvero sostituire le valute tradizionali a livello globale? L’ultimo studio dello Swift Institute – “Virtual currencies: Media of exchange or speculative assets?” – ha provato a dare una risposta a questa domanda, analizzando la relazione dinamica tra le monete virtuali, come il Bitcoin, e quelle a corso legale, e fornendo una valutazione su come le prime rappresentino nell’immediato un rischio per la stabilità monetaria, finanziaria o economica. Secondo il report è improbabile che le valute virtuali possano provocare una riduzione nell’utilizzo delle monete a corso legale. I fenomeni di speculazione che interessano le monete virtuali pregiudicano infatti la loro utilizzabilità come mezzo di scambio e rendono improbabile che queste possano sostituire valute legali esistenti come il dollaro americano.

Inoltre, il Bitcoin è utilizzato prevalentemente come investimento speculativo. L’analisi empirica dei valori e dei conti (o wallet) del Bitcoin conferma il risultato teorico: la valuta virtuale è usata principalmente come investimento speculativo e non come mezzo di scambio. Non esiste poi alcuna correlazione tra Bitcoin e asset class tradizionali. I rendimenti del Bitcoin non sono correlati agli strumenti di investimento tradizionali (come azionario, obbligazionario e commodities) sia nei periodi di normalità che di turbolenza finanziaria. Insomma conclude lo studio, la struttura e la dimensione dei mercati delle valute virtuali come il Bitcoin non costituiscono un rischio immediato per la stabilità monetaria, finanziaria o economica.

“Lo studio mostra come siano le monete tradizionali a scoraggiare l’utilizzo dei Bitcoin e non il contrario, come si crede comunemente. È lo stesso mercato del Bitcoin, il suo funzionamento e la sua dimensione, a impedire a questa valuta di divenire un effettivo mezzo di scambio”, ha commentato KiHoon Hong, Hongik University College of Business. “Un’altra evidenza è che il Bitcoin non ha praticamente impatto sulla stabilità finanziaria e monetaria. Tuttavia, se l’utilizzo del Bitcoin o di qualunque altra valuta virtuale dovesse crescere significativamente su scala globale, saranno necessarie riflessioni sul ruolo della politica monetaria. Le valute virtuali, essendo per natura decentralizzate e indipendenti, rendono difficoltosa la vigilanza da parte delle autorità”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il bitcoin? È una truffa. O forse no

Cresce la moda dei cripto-hedge fund

La Cina vieta le Ico, crollano le quotazioni di Bitcoin ed Ethereum

Goldman Sachs analizza le criptovalute

Swissquote adotta i Bitcoin

Falcon Pb punta sui Bitcoin

Le criptovalute piacciono anche all’ex trader di Credit Suisse

Binck Italia permette di investire nei bitcoin

Goldman Sachs, appello degli hedge fund per coprire i bitcoin

Investire in Bitcoin ed Ethereum, eToro lancia il CopyFund sulle criptovalute

Monete digitali: Ethereum supererà Bitcoin entro il 2018

Gli italiani e l’investimento in Bitcoin

Nuovo crollo del Bitcoin: la colpa è ancora della Cina

Bitcoin sopra i mille dollari per la prima volta da 3 anni

Perché il valore del Bitcoin è raddoppiato in un anno fin sopra i 1.000 dollari

Le valute virtuali non rimpiazzeranno le monete tradizionali

Esplode il fenomeno Monero, il Bitcoin del mercato nero

Bitcoin: le grandi banche studiano valuta digitale alternativa

Rapina di Bitcoin in Bitfinex: prendono il volo 65 milioni di dollari

In arrivo il primo ETF per comprare Bitcoin come fossero azioni

iPayYou, come pagare in Bitcoin su Twitter

Vontobel lancia certificato d’investimento sui Bitcoin

Per Citigroup bitcoin non è una minaccia per le banche

Peter Smith and the Blockchain adventure

Monete virtuali, un incentivo alla frode?

Anno da dimenticare per i Bitcoin, la Hryvnia e il Rublo

Bitcoin: più speculazione che valuta vera

Ti può anche interessare

Diogital Magics sigla partnership con Withfounders e Innogest

Digital Magics rileva il 35% di Withfounders diventando il primo socio dell’acceleratore seed fond ...

Lme pronto a cedere clearing francese a Euronext

Lse starebbe per cedere le attività di clearing possedute in Francia a Euronext sulla base di una v ...

Sapa acquisisce Brigoni

Operazione nel settore della componentistica per l’automotive ...