Sterlina cola a picco per i timori legati alla Brexit

A
A
A

La sterlina tocca i minimi dal 1985 contro dollaro e non è escluso possa calare ancora entro fine anno. Pesano il rischio di limiti all’accesso al mercato unico post Brexit.

Luca Spoldi di Luca Spoldi4 ottobre 2016 | 11:33

STERLINA AI MINIMI DAL 1985 – Brutta caduta della sterlina stamane sui mercati dei cambi, per il persistere di timori circa gli effetti che la Brexit potrebbe causare una volta attivata la procedura di separazione della Gran Bretagna dall’Unione europea (il premier britannico Theresa May ha indicato per ora marzo 2017 come momento in cui la richiesta sarà formalizzata). Così stamane una sterlina vale 1,2753 dollari, dopo un minimo di 1,2740 che non si vedeva dal 1985, per il timore dell’introduzione da parte europea di limitazioni all’accesso di beni e servizi britannici al mercato unico.

POST BREXIT LIMITI ALL’ACCESSO AL MERCATO UNICO? – In particolare ai servizi finanziari potrebbe essere revocato il passaporto europeo che appare la condizione perché i maggiori gruppi finanziari mondiali continuino a mantenere le proprie attività a Londra. Se poi si guarda alle opzioni sulla sterlina, si nota come non sono da escludere da qui a fine anno ulteriori perdite per la valuta britannica, che è già calata del 14% dall’esito del referendum del 23 giugno scorso ad oggi.

DEBOLEZZA STERLINA PUO’ SOSTENERE EXPORT – Sebbene la debolezza della sterlina fornisca un’arma in più a quella parte del mondo politico britannico che ancora vorrebbe opporsi all’uscita del Regno Unito dalla Ue, per alcuni proprio tale debolezza potrebbe consentire di attutire il previsto rallentamento economico legato alla Brexit, dando una mano all’export, oltre che alla stessa borsa di Londra, il cui indice Ftse 100 è tornato sopra quota 1.000 per la prima volta da 16 mesi.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, 50 banche in fuga dal Regno Unito

Brexit, Citigroup punta sul Lussemburgo

Consulenti, in Gran Bretagna la Brexit frena i loro compensi

La Brexit spinge i financial advisor alla condivisione

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Citigroup potrebbe assumere 150 dipendenti in Europa a causa della Brexit

Barclays vuole potenziare le attività a Dublino in vista della Brexit

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Brexit: dopo essere stata spavalda Theresa May deve usare toni più concilianti con la Ue

Brexit, M&G trasferisce quattro fondi in Lussemburgo

Brexit, al via il trasloco dell’Eba da Londra

Sterlina in calo, la Bank of England non ha fretta di alzare i tassi

Kempen investe sui family offices

Sterlina in calo, pesano incertezze su tassi e Brexit

Brexit, si scaldano i toni e Jp Morgan Chase compra uffici a Dublino

Brexit: le banche pronte al trasloco da Londra, chi si rafforzerà su Milano?

Mattone in crisi a Londra

La Brexit? Un’occasione per le banche asiatiche

Londra: anche Jp Morgan e Lloyd’s pronte al trasloco causa Brexit

Qatar Holding continua a cercare nuovi investimenti in Gran Bretagna

La Brexit costerà caro al Regno Unito e alle sue banche

Sterlina in calo dopo via libera parlamento inglese a legge Brexit

Brexit: la Ue resta compatta, per ora Theresa May non parla dei costi

M&G prepara fondi lussemburghesi a prova di Brexit

La Brexit pesa sui prezzi degli immobili a Londra

Arriva anche in Italia il Brexit Navigator di Aon

Brexit, 25 banche internazionali pronte a traslocare in Germania

State Street lancia il Brexometer

Borse reagiscono al discorso di Theresa May sulla Brexit

Sterlina sempre più giù: la May rinuncerà al mercato unico?

L’impatto della Brexit? Te lo misura il Brexit Navigator

Sterlina a picco, pesa timore “hard Brexit”

Ti può anche interessare

Wells Fargo unisce attività internazionali e wholesale banking

WELLS FARGO RIORGANIZZA ATTIVITA’ INTERNAZIONALI – Wells Fargo, la terza maggiore banca amer ...

Pimco si rafforza con due gestori

Adam Iqbal con l'incarico di executive vice president e gestore e Michael Davidson con l'incarico di ...

Teiletche (Unigestion): “Tutti i pregi delle gestioni multi-asset”

Parla l'head of Cross Asset Solutions della boutique finanziaria Unigestion. "Nello scenario attuale ...