David (Candriam): “Come investire sui mega-trend”

A
A
A

Di seguito un intervento di Matthieu David (nella foto), head of italian branch di Candriam Investors Group. Il futuro tra sfide sociali e ambientali, tecnologia, demografia e crescita dei Paesi emergenti

di Redazione22 febbraio 2018 | 09:13

L’andamento dei mercati a livello globale è caratterizzato da tre super-cicli, la seconda rivoluzione industriale, il boom economico del dopoguerra, la crescita dei mercati emergenti cominciata all’inizio del nuovo millennio, guidati dall’apertura di nuovi mercati, dalla crescita del commercio,
dal progresso tecnologico e dagli elevati tassi di investimento e di urbanizzazione. In tale contesto Candriam ha individuato e definito 4 mega-trend destinati a generare cambiamenti radicali nella società e nell’economia a livello internazionale: i cambiamenti ambientali e sociali, il progresso tecnologico, gli andamenti demografici e lo spostamento dell’assetto economico verso le economie emergenti. La nostra ampia gamma di soluzioni d’investimento a gestione attiva consente di catturare le opportunità che queste 4 macro- tendenze offriranno nel lungo periodo.

AMBIENTE:
INVESTIMENTI D’IMPATTO – 
Gli investitori iniziano a
prestare maggiore attenzione all’investimento sostenibile, responsabile e d’impatto.
La rapidità con cui il mondo cambia è straordinaria e ciò lo si osserva ovunque. Per esempio, notiamo che negli ultimi 50 anni metà delle foreste pluviali globali sono state tagliate con un impatto sulla biodiversità globale che può portare a un’estinzione del 40% di tutte le specie entro il 2050. E non dimentichiamo l’impatto del riscaldamento globale
sui livelli del mare che obbliga alla migrazione, contribuisce all’acidificazione degli oceani e genera condizioni meteorologiche estreme. La consapevolezza delle sfide sociali e ambientali continuerà ad aumentare e dagli investitori arriva una richiesta crescente di concentrare il portafoglio o diversificare parte di esso su investimenti in società che seguono e rispettano determinati standard di sostenibilità. Si tratta di un cambiamento radicale della domanda degli investitori in tutto il mondo,
una tendenza che si sta rivelando molto forte anche in Italia. È proprio con l’obiettivo di cogliere e trarre vantaggio da questa macro- tendenza primordiale agli occhi di Candriam che si inseriscono
gli Investimenti Sostenibili e Responsabili (ISR). Riconoscendo infatti da tempo l’importanza di queste tematiche, Candriam ha avuto un approccio pionieristico agli investimenti ISR. Il nostro universo investibile è composto da tutte le aziende che, all’interno del loro settore di appartenenza, risultano essere quelle più virtuose per il modo in cui si rapportano alle questioni ambientali, sociali e di governo della propria attività. Ci assicuriamo inoltre che vengano rispettati i principi delle maggiori convenzioni internazionali e verifichiamo che tali aziende non svolgano la loro missione nell’ambito delle attività controverse.

TECNOLOGIA:
DANZARE CON I ROBOT
 – L’innovazione tecnologica
sta avvenendo a un ritmo
mai osservato prima: entro il
2050 i robot saranno parte integrante della nostra vita quotidiana nel campo della negoziazione finanziaria, dello shopping, dell’istruzione, della comunicazione aziendale, così come della salute. Per esempio l’applicazione Peek di Peek Vision consente di ottenere una scansione della cataratta con lo smartphone
e permette di eseguire semplici test della vista e analisi della retina per la diagnosi delle patologie.
 Il panorama delle nuove applicazioni che cambiano il mondo non è mai stato così
ampio e ciò si tradurrà per i settori collegati alla tecnologia in una crescita degli utili superiore.
Basti pensare che a oggi solo il 20- 30% delle potenzialità offerte dalla robotica è stato sfruttato.
I robot avanzati saranno alla base della quarta rivoluzione industriale, una rivoluzione tecnologica che, come le precedenti, genererà notevole ricchezza agli investitori lungimiranti. Il comparto Candriam Equities L Robotics
& Innovative Technology si
basa su un approccio ad alta convinzione e sull’analisi dei singoli titoli. Si concentra quindi sulle aziende caratterizzate da un profilo reddittuale superiore alla media, da un forte posizionamento competitivo e da un significativo impiego di tecnologie innovative.
I titoli vengono selezionati su
scala globale e compongono un portafoglio high conviction di 50 società al massimo.

DEMOGRAFIA:
IL POTERE DELL’INVECCHIAMENTO – 
La popolazione mondiale continua a crescere e secondo l’ultima stima della UN Population Revision entro il 2050 dovrebbe raggiungere quasi 10 miliardi. La continua urbanizzazione parallelamente spingerà le megalopoli del mondo verso una crescita esponenziale. Secondo l’Onu oggi esistono 37 megalopoli nel mondo. Entro il 2050 il numero di megalopoli
avrà superato la soglia delle
120. La crescita è il risultato di
1,5 milioni di persone che si aggiungono alla popolazione urbana globale ogni settimana e questo fenomeno è ancora più
forte nei mercati emergenti. La crescita demografica segnerà comunque una diminuzione nel tempo, anche in questi ultimi;
al contempo la speranza di vita
è destinata ad aumentare. Una nuova macro-tendenza emergerà da questi cambiamenti demografici: l’invecchiamento delle società. Entro il 2050 ci saranno più persone di età superiore ai 60 anni rispetto ai minori di 15 anni e ciò spingerà l’età media della popolazione a 38 anni. Vista la stabilità dei fondamentali che sono invariati, la forte richiesta di soluzioni innovative nel settore healthcare, guidata da trend demografici, in combinazione
con il progresso scientifico che punta a fornire tali soluzioni, le nostre attese circa il settore delle biotechnologie restano positive. Con il nostro fondo Candriam Equities L Biotechnology, puntiamo all’identificazione delle società protagoniste nella scoperta e lo sviluppo di medicinali che consentiranno di migliorare significativamente gli attuali standard terapeutici. La veloce crescita del potere d’acquisto e l’aumento dell’aspettativa media di vita rappresentano interessanti temi d’investimento ricercati dal comparto Candriam Equities L Global Demography.

LA SUPREMAZIA
DEI MERCATI EMERGENTI – 
I mercati emergenti non solo mostrano la più forte crescita demografica prevista nei prossimi decenni, ma le loro economie dovrebbero anche superare le performance di quelle sviluppate in termini di Pil. Secondo le stime di PwC, le economie emergenti (Cina, India, Brasile, Messico, Russia, Indonesia e Turchia) potrebbero generare circa il 50% del Pil mondiale entro il 2050, mentre quelle del G7 (Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Giappone, Usa e Canada) potrebbero conoscere un calo, arrivando a rappresentare poco più del 20%. Una crescita economica robusta genererà una classe media benestante e in ascesa: secondo Ernst & Young, entro il 2050, quattro miliardi di persone entreranno a far parte di una nuova classe media e i consumatori di quella asiatica rappresenteranno più della metà della spesa retail a livello globale. Le nostre soluzioni mirano a investire nei mercati emergenti con un portafoglio diversificato e di convinzione, con valutazioni attraenti e una crescita sostenibile e redditizia. Tutto questo è reso possibile da un team stabile di esperti dedicati con due decenni di esperienza consolidata.

CONCLUSIONI – In un mondo in piena evoluzione Candriam ha sviluppato una strategia che si radica nella convinzione che gli attori economici svolgono un ruolo fondamentale nel garantire lo sviluppo di un’economia sostenibile e responsabile. La lungimiranza della nostra società le consente oggi di raccogliere
con convinzione e responsabilità
le sfide indotte dai cambiamenti globali in atto, affinché le opportunità che si aprono diventino accessibili agli investitori in un’ottica di lungo periodo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Candriam firma per il wealth management di Deutsche Bank

Investimenti sostenibili, Efpa Italia accredita il corso di Candriam

Candriam sbarca sul mercato italiano degli Etf

Mps, il private si tinge di Candriam

Candriam, record di raccolta In Italia

Candriam, accordo con Tristan Capital Partners

ConsulenTia 2018/ David (Candriam): “Sostenibilità, un trend in ascesa”

Investimenti, le elezioni italiane non minacciano l’Eurozona

A Candriam la prima certificazione Sri per un fondo high yield

Candriam: l’improbabile scoppio di una bolla obbligazionaria nel 2018

David (Candriam): “Puntiamo sull’high yield con il nuovo fondo Sri”

ITForum Milano / David (Candriam): tante opportunità commerciali

Candriam strappa un manager a Franklin Templeton

Candriam, primo semestre in crescita

Candriam prende Minichetti da Edmond de Rothschild

Candriam: Cina, una garanzia di stabilità?

Candriam punta sul digitale con un nuovo fondo

Candriam lancia una gamma di strategie sugli Etf

Zeitouni (Candriam): “Così investiamo sui campioni del digitale”

Candriam: Biotech, performance in dirittura d’arrivo

Candriam: gli investimenti sostenibili piacciono sempre più ai cf

David (Candriam): “Ai consulenti piace la finanza sostenibile”

Candriam lancia una strategia sulla robotica

Candriam lancia una nuova strategia su tecnologia e robotica

Candriam, 2016 da record in Italia

Candriam: Fed, dalle parole ai fatti

Candriam, Aum in crescita nel 2016

ConsulenTia17/ David (Candriam): I punti di forza degli investimenti socialmente responsabili

Candriam: riforma fiscale Usa, un rischio per il commercio internazionale

Candriam: ripensare il processo di investimento per far fronte ai nuovi rischi

Classifiche Bluerating: Candriam in testa tra i fondi a ritorno assoluto – long short strategy

Candriam inaugura la sede di New York

Candriam: economia globale in ripresa nonostante le incertezze politiche

Ti può anche interessare

Banca Euromobiliare, poker di cf nell’area di Bisi

Quattro nuovi nomi per l'area seguita dal regional manager per la Lombardia ...

Bitcoin, quante insidie nella moneta virtuale

Di seguito l’intervento di Giuseppe G. Santorsola, professore ordinario di Corporate Finance e Co ...

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

IN TANTI GUARDANO A FRANCOFORTE – Sarà anche “un po’ grigia, un po’ noiosa”, ma in fo ...