Fideuram ISPB, una raccolta col botto

A
A
A

La banca raggiunge i 6 miliardi nei primi 9 mesi, segnando un cost/income al 31%. E l’utile tiene.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino17 novembre 2016 | 08:30
Una eccellente performance commerciale ha spinto nei primi 9 mesi di quest’anno Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking (Ispb), la private bank di Intesa Sanpaolo presieduta da Matteo Colafrancesco e guidata da Paolo Molesini (rispettivamente in alto e in basso nelle foto). I dati esaminati oggi dal consiglio d’amministrazione evidenziamo infatti nel periodo una raccolta netta consolidata che sfiora i 6 miliardi di euro. Inoltre la solidità dei ricavi e la gestione oculata dei costi hanno consentito di mantenere il cost/income al 31%, su livelli di eccellenza; mentre l’utile netto mostra un lieve calo del 2% nonostante il contesto di mercato meno favorevole dei primi 9 mesi del 2015.
Nel dettaglio il totale delle masse amministrate si attesta a 192 miliardi, in crescita di oltre 3 miliardi rispetto al 31 dicembre 2015 (188,9 miliardi). La raccolta netta totale è pari a 5,9 miliardi (5,6 miliardi nei primi nove mesi 2015, +5%). Il numero complessivo di private banker a 5.879, è in crescita di 33 unità rispetto al 31 dicembre 2015, con un portafoglio medio pro-capite pari a circa 33 milioni. Le commissioni nette pari a 1,14 miliardi, segnano una crescita (+2%) rispetto al corrispondente periodo del 2015 (1,12 miliardi). Il cost/income ratio si attesta al 31% (30% nei primi nove mesi del 2015). L’utile netto consolidato di 585 milioni è sostanzialmente in linea (-2%) rispetto ai primi nove mesi del 2015 (597 milioni). Confermata l’elevata solidità patrimoniale, ampiamente al di sopra dei requisiti normativi con un Common Equity Tier 1 ratio al 16,4%.

Molesini, amministratore delegato e direttore generale della società, ha dichiarato: “Questi risultati, realizzati in un contesto spesso avverso dei mercati, dimostrano la nostra capacità di generare valore in modo robusto e sostenibile nel tempo. Oltre l’ottimo andamento del conto economico, vorrei sottolineare la forte progettualità strategica che ci anima e ci consentirà di rafforzare ulteriormente il nostro posizionamento. L’utilizzo di Alfabeto, la nostra piattaforma di consulenza digitale, si sta diffondendo presso i banker ed i clienti e rappresenta una vera e propria rivoluzione del paradigma relazionale per il private banking. La nuova struttura di presidio e sviluppo dei clienti high net worth si sviluppa in termini di offerta personalizzata così come di clientela servita, a dimostrazione della bontà del modello e della soddisfazione dei clienti”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

La scure della Consob su un ex Sanpaolo Invest

Assoreti, Molesini presidente

Firme false e altri addebiti, sospeso ex Fideuram Ispb

I fondi Capital Group nella rete di Fideuram Ispb

Gallizioli (Fideuram Ispb): “Il capitale umano al centro”

Caccia grossa a 2000 consulenti

Fideuram, la rivoluzione dei “Fogli”

Lasciate che i piccoli advisor vengano a me

Fideuram va in buca

Cubelli (Fideuram): “Garantire offerta personalizzata”

Fideuram Ispb, trimestre miliardario

Fideuram batte il cinque

Fideuram Ispb si mette in mostra

Reclutamento, tre big in doppia cifra

Fineco comanda, Fideuram vince nel gestito

Bufi: “Auguri a Fideuram Ispb”

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Le donne d’oro, Lambri (Sanpaolo Invest): “Il cliente è sacro”

Fideuram, un gestito da premiare

Fideuram Ispb, Grandi nuovo presidente

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Fideuram Ispb, gli 11 big di marzo

Fideuram ISPB a tutto gas nel reclutamento

Fideuram ISPB, regina di febbraio

AGGIORNAMENTI LIVE: Fiumi di commenti sul caso Sanpaolo Invest

“Lacrime di coccodrillo”, un video pro mandante sul caso SPI

Vicenda Sanpaolo Invest, parla Bufi (Anasf)

Fideuram Ispb, Intesa congela i vertici

Consulente accusa, Sanpaolo Invest risponde

Multiproprietà non autorizzate e altre violazioni, radiato ex Fideuram ISPB e Credem

Levi (Fideuram Ispb): “Mifid 2? Una rivoluzione nella consulenza”

Fideuram e Spi, otto rinforzi a febbraio

Intesa Sanpaolo Private Banking colloca con successo il fondo Ailis M&G Collection

Ti può anche interessare

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

GACS, SI VA VERSO PROROGA – Il governo pare intenzionato a rinnovare, come da attese, le garan ...

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

CARIGE VOLA IN BORSA, MPS ATTENDE – Non solo Banca Carige, che a metà giornata a Piazza Affar ...

Banco Bpm sottotono in borsa, attende notizie su riordino bancassurance

BANCO BPM FRENA A PIAZZA AFFARI – Banco Bpm sottotono a Piazza Affari, col titolo che cede lo ...