Wall Street affonda e l'Europa apre in calo

A
A
A

Pessima giornata quella di giovedì per gli indici americani: S&P 500 -2,94% e Nasdaq Composite -3,33%. A pesare sul listino le revisioni al ribasso degli utili aziendali ed il petrolio che ha toccato i 140 dollari al barile con tutti i negativi influssi che questi livelli possono portare sulla futura crescita economica mondiale.

di Redazione27 giugno 2008 | 07:14

L’indice Nikkei 225 finisce la settimana con una discesa del 2% ai minimi degli ultimi 2 mesi, raggiungendo il non piacevole risultato della settima seduta consecutiva in territorio negativo.

Il future sull’indice Eurostoxx 50 è debole rispetto alla chiusura di ieri ed alle ore 9 segna un -0,4%. A beneficiare dell’aumentata paura ed incertezza sui mercati azionari è il comparto obbligazionario che prova ad estendere i guadagni della seduta di ieri; il Bund si colloca in area 111,50

Il dollaro Usa arresta la sua discesa e si stabilizza intorno a 1,5750 mentre lo Yen recupera contro Euro sino ad area 168.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Agli investitori stranieri oltre la metà delle spa quotate a Milano

Lo rivela un rapporto del centro studi di Unimpresa, secondo cui gli azionisti internazionali sono t ...

Short irregolare su Saipem, stangata per Orca Capital

Sotto la lente dell'autorità sono finite le vendite allo scoperto e le posizioni nette corte su azi ...

Trump vuole dimezzare la riserva strategica di petrolio degli Usa per fare cassa

PETROLIO DI NUOVO SOTTOTONO – Petrolio che torna a perdere quota oscillando a 50,8 dollari al ...