Consulenza sì, ma per pochi eletti

A
A
A

Anche il rapporto del Gruppo di lavoro sui fondi comuni italiani promosso da Banca d’Italia sottolinea l’importanza della consulenza finanziaria. Ma è alto il rischio che si trasformi in un servizio rivolto a un elite di clienti. A meno che…

di Redazione29 luglio 2008 | 14:00

“E’ necessario favorire lo sviluppo dell’attività di consulenza. Tale attività deve essere in grado di indirizzare le scelte del cliente, perseguendone gli interessi e rispettandone la propensione al rischio. Come dimostra l’esperienza nei paesi anglosassoni, possono svolgere un ruolo importante i consulenti indipendenti, siano essi persone fisiche o intermediari […].

Lo sviluppo dell’attività di consulenza potrebbe trarre beneficio dalla creazione – attraverso iniziative degli intermediari, eventualmente in collaborazione con i gestori dei mercati – di piattaforme elettroniche/telematiche, nelle quali sia possibile sottoscrivere o chiedere il rimborso delle quote di fondi comuni direttamente in contropartita con la SGR oppure per il tramite di un intermediario non necessariamente legato alla SGR con un contratto di collocamento […].

L’attività dei consulenti indipendenti tenderà inevitabilmente a rivolgersi, soprattutto all’inizio, a un pubblico relativamente ristretto”.


Bastano poche frasi al Gruppo di lavoro sui fondi comuni italiani promosso da Banca d’Italia per chiarire l’importanza della consulenza finanziaria nel futuro dell’industria del risparmio gestito. Una consulenza che viene definita esplicitamente “indipendente” e che all’inizio rischia però di rivolgersi, inevitabilmente a pochi eletti. E non è un caso che negli ultimi tre mesi, tra le società che si sono trasformate in SIM spicchino proprio i family office, famosi per il servizio di “consulenza” (appunto) offerto alle grandi famiglie imprenditoriali.

Tosetti Value SIM, di Dario Tosetti, e Secofind SIM, della famiglia Zambon, sono solo gli ultimi due esempi di quella tendenza indicata dallo stesso gruppo di lavoro promosso dal governatore Mario Draghi. Ma per risollevare le sorti del risparmio gestito italiano sarà importante che la consulenza entra finalmente in banca.

“Data l’assoluta predominanza delle reti bancarie – si legge nel rapporto di Banca d’Italia – è da queste innanzitutto che deve venire una riqualificazione dell’offerta. L’obiettivo primario è quello di accrescere l’assistenza ai clienti, anche attraverso l’offerta del servizio di consulenza”. E quando si parla di clienti non si fa distinzione di patrimonio.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima, arrivano il nuovo amministratore e la delega per l’aumento di capitale

Consulente indagato, arriva la sospensione cautelare

Scf e consulenti autonomi, un aiuto concreto in vista dell’Albo

Consulenza fiscale: partecipazioni qualificate e non, il dilemma dei dividendi esteri

Consulenti, quante tasse pagano in America

Consulenti, come usare al meglio Twitter

Cf, come far pagare ai clienti la giusta parcella

Consulenti, ecco come migliorare il proprio ufficio

Consulenti, accelera la Vigilanza all’OCF

Consulenti, come conquistare i clienti Millennial

Cf certificati, occasione da non perdere

Consulenti, ecco tutte le prestazioni di Enasarco

Consulenti, la “segnalazione” della banca conta più delle competenze

Consulenti, come migliorare il proprio brand su internet

Consulenti, conto alla rovescia per il nuovo regolamento Consob

Consulenti, negli Usa le fee spingono i compensi

Il prossimo domani dei consulenti finanziari

Mifid 2, ecco il testo del decreto: salvo il 30-bis

Consulenti, boom negli Usa

La Mifid 2 diventa legge

Consulenti, che guadagni in America con le stock option

Diritto camerale annuale, Anasf mette in guardia dal bollettino farlocco

Mifid 2, passi avanti in Senato

Consob alla Camera: riscrivere il Tuf. Il video dell’audizione su Mifid 2

Consulenti, tutti gli eventi certificati Efpa e Cfa di ITForum 2017

Autonomi, la rabbia del sindacato: l’Albo dei consulenti è ancora al palo

Consulenza finanziaria, le nuove tappe del roadshow targato Consultique

BlackRock scalda i motori per l’Investment Tour 2017

Consulenti finanziari: più richiesti, anche dai giovani

Voluntary bis, ecco il format della relazione di accompagnamento

Enasarco, tutti i numeri dei consulenti iscritti

Consulenti, Schroders girerà l’Italia con il Campionato 2017

ITForum Milano 2016, successo per un’edizione ricca di novità

Ti può anche interessare

Attica Bank pronta a dimezzare la sua esposizione ai crediti deteriorati

ANCHE IN GRECIA FARI PUNTATI SU NPE – Come in Italia e in Spagna, anche in Grecia il problema ...

Mps punta a tornare sul listino a inizio ottobre

MPS RITORNA ENTRO INIZIO OTTOBRE – Mps potrebbe essere riammessa alle quotazioni sul listino d ...

DBA Group, approdo in borsa con Cfo Sim

CFO SIM – Corporate Family Office, intermediario finanziario focalizzato sull’attività di f ...