Il decreto salva banche è pronto o quasi

A
A
A

L’idea, c’è ed è buona. Il Governo italiano vuole aiutare quelle banche italiane che necessitano di ricapitalizzarsi e portare il proprio Core Tier 1, il rapporto tra patrimonio e attivi ponderati, all’8%, come richiesto dall’Unione Europea. Si è pensato a un fondo dotato di circa 20 miliardi e, ora, proprio su questo punto l’idea si è arenata. Dove prendere i soldi?

di Redazione31 ottobre 2008 | 08:45

E’ da alcune settimana che il Governo di Silvio Berlusconi sta cercando di dare vita a un fondo statale salva-banche da circa 20 miliardi di euro. L’idea di base è quella di creare uno strumento finalizzato alla sottoscrizione, su richiesta di ogni singolo istituto, di obbligazioni subordinate convertibili in azioni ordinarie, con lo scopo di rappresentare un plafond di garanzia, come già avvenuto in Francia, per quelle banche che necessitano di ricapitalizzarsi, per portare il proprio Core Tier 1, il rapporto tra patrimonio e attivi ponderati, all’8%, come richiesto dall’Unione Europea.

Ma nelle ultime ore, sembra sia sorto un “piccolo” problema. Da dove verranno presi i soldi per finanziare il fondo?

E’ infatti sulla modalità di erogazione delle risorse che si sta ragionando in queste ore a Palazzo Chigi
. Sembra quindi che molto probabilmente, il Consiglio dei ministri, oggi, non approverà il decreto salva-banche ma, presumibilmente, se ne riparlerà la prossima settimana.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Doris: manterremo il dividendo grazie ai Pir

Vittoria di Berlusconi sul caso Mediolanum

Mediolanum, Fininvest compra azioni per quasi 550mila euro

Promotori, Ennio Doris su Berlusconi: “fa bene a scendere in campo”

Pf, il riassunto del primo semestre: febbraio

È già casta padana

Manovra Tremonti, ok del Senato

Manovra, presentato il pacchetto fiscale per le imprese

Manovra, si chiede la fiducia al Parlamento

Gli appuntamenti di oggi

La manovra non piace ai mercati

Ocse, protocollo contro il segreto bancario

Manovra, la giusta direzione

L’Oracolo – Premio “Bunuel”

Si vince con l’otto

Forbes, i miliardi del Cavaliere

Banca del Sud lanciata da Tremonti

Telecom, ritorna l’ipotesi dello scorporo

Mediolanum, Berlusconi junior vicepresidente?

Telecom, il governo smentisce le tesi sulla fusione con Telefonica

White list contro la Mafia

Il governo promuove Draghi alla Bce

Il ritorno del Quater

Le due aliquote

Tremonti, Pil all’1% e riforma autofinanziata nel 2013

La compagnia dello Scudo

Riforma fiscale – Per Tremonti si può fare

Finanziaria, via libera della Camera

Finanziaria, dove sono gli aiuti alle famiglie?

La riforma al Fisco si farà, parola di Giulio

Scudo Fiscale – Guerra Fredda elvetica

Tremonti boccia il mini taglio all'Irap

Scudo Fiscale – Le strategie occulte

Ti può anche interessare

Borsa Italiana, Jerusalmi: “Risolvere il nodo credito ci aiuterà a risalire”

Per l'a.d. di Borsa Italiana la performance negativa del listino milanese nel 2016 " era inevitabile ...

Banche in crisi: per le ex popolari venete servono più capitali privati

ANCORA PROBLEMI PER LE EX POPOLARI VENETE – Banche in crisi: i problemi sembrano non finire pe ...

Immobiliare grande distribuzione (Igd) ha un nuovo socio, il gruppo Gwm

GWM RILEVA IL 4,2%r DI IGD – Il gruppo inglese Gwm ha acquisito il 4,2% circa del capitale di ...