Mifid 2 e whistleblowing

A
A
A

L’intento è quello di prevenire, individuare e contrastare possibili illeciti, nonché diffondere la cultura della legalità all’interno delle organizzazioni.

Gaetano Megale, Progetica di Gaetano Megale, Progetica7 luglio 2017 | 05:38

Il decreto legislativo di recepimento della direttiva Mifid 2 impone a intermediari e imprese di assicurazione di adottare procedure specifiche di “whistleblowing” per la segnalazione da parte del personale interno di atti o fatti che possano costituire violazioni delle norme. L’intento è quello di prevenire, individuare e contrastare possibili illeciti, nonché diffondere la cultura della legalità all’interno delle organizzazioni. La letteratura internazionale pone diversi dubbi circa i benefici del whistleblowing in rapporto a diverse conseguenze negative riscontrate, laddove l’interrogativo fondamentale è relativo alle condizioni di un’efficacia soddisfacente. Le esperienze italiane non sono particolarmente entusiasmanti. Per esempio, l’Anac ha evidenziato che dal 2014 al 2016 sono state ricevute solo 299 segnalazioni, nonostante la garanzia di assoluta riservatezza al segnalante. È evidente che l’inefficacia di questo strumento ha una radice culturale e ciò ripropone il tema che una normativa o un meccanismo organizzativo da soli non sono sufficienti a raggiungere gli obiettivi che si propongono. Le ricerche sul whistleblowing dimostrano che alla base della decisione del segnalatore ci sono principalmente motivazioni morali nobili, quali quella di contribuire al miglioramento dell’organizzazione e della società o di fare la cosa giusta. Per questo motivo il whistleblowing dovrebbe essere preceduto, accompagnato e sostenuto da attività educative che consentano lo sviluppo del ragionamento etico degli individui. Altrimenti non si può che attendere il suo fallimento, con l’ulteriore conseguenza di generare, soprattutto negli individui più sensibili ai temi etici, la percezione che nulla possa cambiare e quindi sterilizzare qualsiasi intento civile di contrasto all’immoralità e all’illegalità.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, più pepe al reclutamento con Mifid 2

Mifid 2, se il consulente diventa green

Mifid 2, primi effetti collaterali

Gestione a prova di conflitti

Polizze vita, la Mifid 2 può spingere le unit linked

Consulenti, alle Poste si studia Mifid 2

Nuova era per le polizze

Mifid 2, il cliente non è obbligato a rispondere al questionario

Mifid 2? Sarà un successo a patto che..

Mifid 2, che guaio per i produttori

Consulenza ad alta tensione

Mifid 2: la ricetta per il “mal di margine”

Consob detta le regole: 5 spunti per i consulenti

Rivivi la diretta di Investments on the web

Efpa Italia, il board apre a terzi

“Lacrime di coccodrillo”, un video pro mandante sul caso SPI

Mifid 2 e fintech a portata di click

Consulenza e trasparenza, il falso mito dei costi

Levi (Fideuram Ispb): “Mifid 2? Una rivoluzione nella consulenza”

Salone del Risparmio: le sfide normative al centro della plenaria di chiusura

Mifid 2, i costi (salati) della direttiva

Anasf al salone per parlare di Mifid 2

Mifid 2, perché i consulenti finanziari possono guadagnare di più

Certificati, Mifid 2 e innovazione finanziaria ai Cf Webinars

La nuova consulenza? Un work-in-progress

Obblighi informativi Mifid 2, il richiamo di Consob

Mifid 2 e consulenza, l’adeguatezza alle prese con gli switch

Poste, un esercito di advisor sfiderà le banche

Rovinarsi sui mercati ai tempi di Mifid 2

ConsulenTia18/Orsi (M&G): “Gestire Mifid 2 con le partnership”

Mifid 2, i consulenti chiedono aiuto per gestire il cambiamento

ConsulenTia18/Bosisio (Mediolanum): “La burocrazia non seppellirà la consulenza”

Consulente formato, mezzo salvato…parola di Mifid 2

Ti può anche interessare

A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca

Piattaforme digitali di wm
e riposizionamento sul private Banche e reti si preparano Anche a una s ...

L’anno della svolta

Dopo tante discussioni e aspettative è venuto finalmente l’anno della svolta: il 2018 passerà a ...

Ferrovie, buon investimento

La recente vendita di Italo (Ntv) ha visto il commento istituzionale di due ministri economici. È a ...