Articolo 30 bis tra desiderio e realtà

A
A
A

Il tema di maggiore attenzione e conflitto del decreto è l’inquadramento del servizio di consulenza e dell’offerta fuori sede.

Giuseppe G. Santorsola di Giuseppe G. Santorsola7 luglio 2017 | 05:41

Con lentezza e incertezze prosegue l’attuazione della direttiva Mifid 2. Il tema di maggiore attenzione e conflitto del decreto è l’inquadramento del servizio di consulenza e dell’offerta fuori sede. Mi sono spesso espresso sul primo tema dovendo adattare la mia opinione di fondo rispetto alle obiettive condizioni sproporzionate del mercato. Tutti gli operatori sono di fatto consulenti e l’Ocf li registra in tre elenchi separati. Con l’articolo 30 bis si intende regolare l’attività fuori sede del servizio consentendola a tutti e tre su proposta del Mef, con il consenso della Consob e l’opposizione degli ex promotori. Con le dovute cautele e la massima comprensione delle varie motivazioni, desidero sottolineare tre aspetti:
– se la consulenza è consentita alle tre categorie, non vi sono motivi logici per negarne l’esecuzione fuori sede a ciascuna;
– se l’ostacolo è di natura giuridica per la responsabilità per eventuali danni verso il risparmiatore, si può cambiare la norma, non escludere l’operatività per i fee only; ritengo invece che le società di consulenza debbano proteggere i loro cf in termini di responsabilità;
– le caratteristiche stesse della consulenza reclamano l’attività fuori sede, per meglio interpretare obiettivi, propensioni e caratteristiche del cliente; la comprensione dei bisogni e la ricerca della loro soddisfazione tramite strumenti e servizi finanziari deve basarsi su una completa e trasversale valutazione delle peculiarità e dei comportamenti del cliente. Mi permetto di sottolineare come logiche di divieto non corrispondano a principi di concorrenza; l’obiettivo di proteggere l’utente finale può essere raggiunto con soluzioni diversificate e senza imposizioni che renderebbero inefficiente l’operato dei fee only e delle Scf. Tutto ciò tenendo conto che quasi 40 anni di vicinanza agli ex pf mi consentono di valutarne il loro costante successo. Recenti esperienze mi confermano che molti ex pf bancari e di sim necessitano di colmare lacune professionali prima di poter operare con competenza nella consulenza tied.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

ITForum Milano, Mifid 2 e Fintech al centro della scena

ITForum Milano / Aureli (Accenture): con Mifid 2 più personalizzazione

A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca

Advice, i costi psicologici

Mifid 2, big a Catania per parlare di educazione e consulenza

ITForum Milano / Schinaia (Fidelity): con Mifid 2 massimo supporto ai clienti

ITForum Milano / Dalla Vedova (AB): Mifid 2 farà bene a tutti

ITForum Milano / Tanzi (Objectway): coniugare tecnologia e contatto umano

ITForum Milano / D’Alfonso (Banca Consulia): “i 4 pilastri della nostra crescita”

Consulenti, a Verona si chiude il Fee Only Summit

Mifid 2, il giorno dopo: all’ITForum big delle reti a confronto

Certificazione Efa, a ITForum eventi gratuiti per mantenerla

Arriva la Mifid 2: care reti e sgr, siete veramente pronte?

ITForum Milano, ecco il programma

Consulenti e Fintech nell’era di Mifid 2: se ne parla alla Tol

Molesini: “Fideuram Ispb in vetta all’Eurozona”

Countdown Mifid 2: i nuovi documenti Mef, Consob ed Esma

Mifid 2, come cambieranno i consulenti finanziari

Milano ospita il Raiffeisen Experience Tour: si parla di Mifid 2

Soffia il vento della disruption

Cf certificati, occasione da non perdere

Lost in transition and in translation

Mifid 2, così aumenterà la trasparenza dei costi

Mifid 2, anche RAM AI assorbirà i costi di ricerca

Mifid 2 e certificati, Ambrosi (Efpa Italia) in diretta con i CF Webinars

Il documento Anasf sulla Mifid 2. Il commento di Bufi

Tra Fintech e Mifid 2: le nuove regole del gioco a ITForum Milano

Mifid 2 volano per Robo for advisor e formazione certificata

Mifid 2, Aberdeen Standard Investments si farà carico dei costi di ricerca

Mifid 2, anche Axa Im si farà carico dei costi di ricerca esterna

Mifid 2, Assosim bacchetta Deutsche AM

Mifid 2, Allianz GI assorbirà i costi di ricerca esterna

Mifid 2, Consob pronta a cambiare anche il Regolamento Mercati

Ti può anche interessare

Non è una professione per giovani

Da BLUERATING di luglio ...

Mifid 2 e whistleblowing

L’intento è quello di prevenire, individuare e contrastare possibili illeciti, nonché diffondere ...

Tre giorni per la Brexit, tre minuti per il no

L'editoriale del numero di Bluerating di gennaio 2017 ...