Articolo 30 bis tra desiderio e realtà

A
A
A

Il tema di maggiore attenzione e conflitto del decreto è l’inquadramento del servizio di consulenza e dell’offerta fuori sede.

Giuseppe G. Santorsola di Giuseppe G. Santorsola7 luglio 2017 | 05:41

Con lentezza e incertezze prosegue l’attuazione della direttiva Mifid 2. Il tema di maggiore attenzione e conflitto del decreto è l’inquadramento del servizio di consulenza e dell’offerta fuori sede. Mi sono spesso espresso sul primo tema dovendo adattare la mia opinione di fondo rispetto alle obiettive condizioni sproporzionate del mercato. Tutti gli operatori sono di fatto consulenti e l’Ocf li registra in tre elenchi separati. Con l’articolo 30 bis si intende regolare l’attività fuori sede del servizio consentendola a tutti e tre su proposta del Mef, con il consenso della Consob e l’opposizione degli ex promotori. Con le dovute cautele e la massima comprensione delle varie motivazioni, desidero sottolineare tre aspetti:
– se la consulenza è consentita alle tre categorie, non vi sono motivi logici per negarne l’esecuzione fuori sede a ciascuna;
– se l’ostacolo è di natura giuridica per la responsabilità per eventuali danni verso il risparmiatore, si può cambiare la norma, non escludere l’operatività per i fee only; ritengo invece che le società di consulenza debbano proteggere i loro cf in termini di responsabilità;
– le caratteristiche stesse della consulenza reclamano l’attività fuori sede, per meglio interpretare obiettivi, propensioni e caratteristiche del cliente; la comprensione dei bisogni e la ricerca della loro soddisfazione tramite strumenti e servizi finanziari deve basarsi su una completa e trasversale valutazione delle peculiarità e dei comportamenti del cliente. Mi permetto di sottolineare come logiche di divieto non corrispondano a principi di concorrenza; l’obiettivo di proteggere l’utente finale può essere raggiunto con soluzioni diversificate e senza imposizioni che renderebbero inefficiente l’operato dei fee only e delle Scf. Tutto ciò tenendo conto che quasi 40 anni di vicinanza agli ex pf mi consentono di valutarne il loro costante successo. Recenti esperienze mi confermano che molti ex pf bancari e di sim necessitano di colmare lacune professionali prima di poter operare con competenza nella consulenza tied.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cf e Mifid 2, cosa cambia nel rapporto con i clienti

Mifid 2, il limbo italiano degli incentivi e della product governance

Mifid 2, anche Capezzone dice la sua

Mifid 2, Mossa: “Vincono i professionisti vicini al cliente”

Mifid 2, extra entrate per 3,5 miliardi

Mifid 2, gran confronto tra le reti

Mifid 2, disguidi in partenza per i consulenti delle banche

Mifid 2, i consulenti si aspettano meno profitti

Tutto quello che avreste voluto sapere sui costi di Mifid 2 (ma non avete mai osato chiedere)

Recepimento Mifid 2, facciamo il punto

Mifid 2 parte con un’eccezione sui derivati

Mifid 2, Megale: “Cosa non cambia”

Mifid 2, Foti: “Serve più efficienza”

Mifid 2, Bafunno: “Perché è un passo indietro”

Mifid 2, così aumenterà la trasparenza dei costi

Mifid 2, istruzioni per l’uso

Idd, la Mifid delle polizze slitta a ottobre 2018

Fintech e Mifid 2, così cambierà il settore finanziario

Mifid 2, Invesco rafforza il team legale con Pisanti

Scolari (Ascosim): “Mifid 2, serve più informazione”

Grande successo per ITForum Milano, sfoglia la gallery fotografica

ITForum Milano al via: si parla di Mifid 2, Albo e commercialisti

Mifid 2, tutte le paure dei consulenti

ITForum Milano, Mifid 2 e Fintech al centro della scena

ITForum Milano / Aureli (Accenture): con Mifid 2 più personalizzazione

A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca

Advice, i costi psicologici

Mifid 2, big a Catania per parlare di educazione e consulenza

ITForum Milano / Schinaia (Fidelity): con Mifid 2 massimo supporto ai clienti

ITForum Milano / Dalla Vedova (AB): Mifid 2 farà bene a tutti

ITForum Milano / Tanzi (Objectway): coniugare tecnologia e contatto umano

ITForum Milano / D’Alfonso (Banca Consulia): “i 4 pilastri della nostra crescita”

Consulenti, a Verona si chiude il Fee Only Summit

Ti può anche interessare

Vigilando con juicio tra QE e Npl

I mercati finanziari sono condiziona-ti da tempo da azioni di mercato aperto e operazioni non conven ...

Non è una professione per giovani

Da BLUERATING di luglio ...

Definire il rischio è un po’ rischioso

L’Esma, l’autorità europea che vigila sui mercati finanziari, ha definito la product governance ...