Mifid 2, primi effetti collaterali

A
A
A
Denis Masetti di Denis Masetti12 giugno 2018 | 06:37

L’ansia febbrile che ha caratterizzato il semestre scorso nell’attesa dell’avvio della nuova normativa Mifid 2 si è placata in questi mesi: non c’è stata la rivoluzione tanto temuta. Il mondo della consulenza finanziaria va avanti
come prima e tutti sono più rilassati. In verità alcuni fenomeni stanno delineandosi e diventeranno piu evidenti nel prossimo futuro. È infatti certo che il numero delle società di gestione è destinato a ridursi e si assisterà a un crescente fenomeno di concentrazione, con una divisione più marcata tra chi gestisce e chi distribuisce. Inoltre è avviata una sostanziale riduzione dei costi e dei margini per l’intero sistema della gestione del risparmio.
Questa riduzione si riflette inevitabilmente sui margini e sui ricavi dei consulenti finanziari. Quali le soluzioni? In primis l’offerta e il collocamento si stanno muovendo verso prodotti più complessi e sostanzialmente meno sensibili alla variabile prezzo: gestioni patrimoniali, fondi di fondi, polizze unit linked. Nell’ultimo mese il collocamento di queste polizze, vero cavallo di battaglia di molte reti, ha subito un forte rallentamento. Il fenomeno multibrand che tanto ha avuto successoin Italia e che dava ai consulenti finanziari un ruolo determinante nella costruzione di portafogli per i clienti sembra avrà vita dura. Le maggiori reti di distribuzione stanno già concentrandosi su un numero limitato e qualificato di partner. Buone notizie per i consulenti finanziari che aspirano a essere indipendenti: con il prossimo avviamento dell’Albo si potranno creare portafogli con un mix di titoli a reddito fisso, Etf e fondi attivi con costi talmente bassi che il costo esplicito della consulenza potrà più facilmente essere accettato e diventare la norma per i servizi di consulenza finanziaria.


COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Mifid 2, se il consulente diventa green

Gestione a prova di conflitti

Polizze vita, la Mifid 2 può spingere le unit linked

Consulenti, alle Poste si studia Mifid 2

Nuova era per le polizze

Mifid 2, il cliente non è obbligato a rispondere al questionario

Mifid 2? Sarà un successo a patto che..

Mifid 2, che guaio per i produttori

Consulenza ad alta tensione

Mifid 2: la ricetta per il “mal di margine”

Consob detta le regole: 5 spunti per i consulenti

Rivivi la diretta di Investments on the web

Efpa Italia, il board apre a terzi

“Lacrime di coccodrillo”, un video pro mandante sul caso SPI

Mifid 2 e fintech a portata di click

Consulenza e trasparenza, il falso mito dei costi

Levi (Fideuram Ispb): “Mifid 2? Una rivoluzione nella consulenza”

Salone del Risparmio: le sfide normative al centro della plenaria di chiusura

Mifid 2, i costi (salati) della direttiva

Anasf al salone per parlare di Mifid 2

Mifid 2, perché i consulenti finanziari possono guadagnare di più

Certificati, Mifid 2 e innovazione finanziaria ai Cf Webinars

La nuova consulenza? Un work-in-progress

Obblighi informativi Mifid 2, il richiamo di Consob

Mifid 2 e consulenza, l’adeguatezza alle prese con gli switch

Poste, un esercito di advisor sfiderà le banche

Rovinarsi sui mercati ai tempi di Mifid 2

ConsulenTia18/Orsi (M&G): “Gestire Mifid 2 con le partnership”

Mifid 2, i consulenti chiedono aiuto per gestire il cambiamento

ConsulenTia18/Bosisio (Mediolanum): “La burocrazia non seppellirà la consulenza”

Consulente formato, mezzo salvato…parola di Mifid 2

Mifid 2 e certificati, i CF Webinars ripartono da ConsulenTia

L’era del caos creativo

Ti può anche interessare

Advice, i costi psicologici

“Il prezzo emozionale” che il cliente paga per la consulenza finanziaria. ...

Tornino i veri banchieri

Gli operatori di mercato appaiono ormai troppo abituati a farsi guidare dalle scelte monetarie delle ...

Col vento in poppa

Non c’è Mifid 2 che tenga, la raccolta dell’industria italiana dell’asset management resta la ...