Gli investitori più fortunati

A
A
A

Rubrica “YouInvest” da Bluerating di gennaio 2017

Marco Liera di Marco Liera29 dicembre 2016 | 14:25

Uno dei grandi misteri della finanza è la stellare performance che dal 1988 sta realizzando il Medallion Fund gestito da Renaissance Technologies. Un investimento iniziale di 1.000 dollari in questo fondo si sarebbe trasformato oggi in 13 milioni 830mila dollari, pari a un ritorno annualizzato del 40%. In questi 28 anni il fondo ha generato profitti per 55 miliardi di dollari, prevalentemente distribuiti ai suoi sottoscrittori per mantenere la dimensione tipica intorno ai 10 miliardi di dollari. Chi sono i fortunati investitori? I dipendenti della società, che gestisce altri tre fondi aperti a istituzionali per un totale di 25 miliardi di dollari, e che a quanto pare hanno avuto performance meno spettacolari. La Renaissance Technologies, fondata dal matematico Jim Simons, è molto riservata. Una recente inchiesta di Bloomberg ha cercato di fare luce sulla leggenda, confermando che la società è un avanzatissimo laboratorio di matematica, con computer, complesse basi statistiche e un esercito di PhD dedicati alla sistematica ricerca di anomalie su vari mercati. Uno dei limiti di molti gestori quantitativi è che i loro sistemi di trading finiscono di generare extraprofitti quando sono adottati dai concorrenti. A Renaissance sono stati bravi da una parte a tenere segreti questi sistemi, dall’altra a modificarli con grande rapidità. Ovviamente non sono mancati i momenti di crisi, come nel 2007 quando pare che il fondo si sia trovato a perdere un miliardo di dollari per via del crollo del mercato delle cartolarizzazioni immobiliari. Ma si è trattato di una parentesi in un track record che si è caratterizzato anche per una volatilità contenuta. D’altra parte colui che è stato per 12 anni il direttore generale di Renaissance, Robert Frey, è cofondatore e docente del Real World Risk Institute di Nassim Taleb. Il culto della protezione dai “tail risk” o cigni neri è la premessa delle superperformance di Renaissance e anche di Frey, che dal 2004 gestisce – pare con grande successo – il suo family office.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Sanzioni Ue, tempesta in arrivo

YouInvest, ora i promotori potranno imparare da un player ancora più big

Investire con giudizio, arriva il corso Assosim-YouInvest

Ti può anche interessare

Gli Oscar del private banking

Il mondo del Private banking si riunisce il 22 novembre nella consueta e prestigiosa cornice della B ...

Il prezzo della trasparenza

Editoriale del numero di marzo 2017 di Bluerating ...

Il nuovo mondo delle banche

Da Bluerating di gennaio 2017 ...