Morgan Stanley, la priorità è il private banking

A
A
A
Private di Private30 novembre 2015 | 01:00

Morgan Stanley si concentra sul mercato private banking e il suo nuovo piano di retribuzione per gli oltre 2.000 dei 15.800 consulenti in forza all’istituto riflette questa strategia. “Vogliamo che i nostri servizi di private banking siano la nostra priorità strategia”, ha commentato Greg Fleming, presidente della divisione wealth management. “E anche per il 2016 ci impegneremo a estendere questo servizi per portare valore alla nostra gestione patrimoniale”.

Proprio per dare maggiore impulso a queste attività, l’unità wealth management della banca d’affari statunitense sta lanciando un sistema di incentivi per i propri consulenti, che possono ricevere dai 5.000 ai 50.000 dollari all’anno. Per potere beneficiare di questo bonus, i consulenti dovranno avere 5 nuovi clienti con un saldo medio di flusso di cassa giornaliera di 50.000 dollari o 5.000 dollari al mese di raccolta diretta. Inoltre, devono registrare una crescita aggregata del totale nella loro raccolta diretta di 125.000 dollari per l’intero 2016. Anche i collaboratori di questi advisor potranno ricevere tra i 1.200 e i 12.500 dollari per i loro sforzi che hanno come obiettivo la crescita di questo tipo di clientela.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Nasdaq acquisirà eVestment

eVestment, molto nota nel settore degli hedge e degli investimenti alternativi, conta più di 2mila ...

PRIVATE Awards, Molesini (Azimut) condivide il riconoscimento con i colleghi

“Un riconoscimento che mi riempie di orgoglio e che non sento solo mio, ma di tutto il team di ...

Svizzera, è legge l’addio al segreto bancario

In Svizzera si volta definitivamente pagina. Entra oggi in vigore l’ordinanza sullo scambio au ...