Soros vede nero per il futuro dell’euro

A
A
A
Private di Private30 dicembre 2016 | 01:00

“Il futuro dell’euro è a rischio”. E’ la convinzione di George Soros, uno dei più potenti e ascoltati protagonisti del mercato finanziario. Il gestore hedge, da anni dedito alla filantropia, ritiene che la principale minaccia arrivi dal fronte geopolitico. “In Francia i due
principali contendenti per la presidenza”, Marine Le Pen del Front National e François Fillon del centrodestra, «sono vicini a Putin e desiderosi di blandirlo. Se vincerà uno dei due, il dominio di Putin sull’Europa diventerà un fatto compiuto”, sostiene Soros.
Questo porterebbe l’Ue a un passo dalla fine. Per il finanziere di origini ungheresi “le forze della disgregazione hanno ricevuto un forte impulso nel 2016, prima dalla Brexit, poi dall’elezione di Trump negli Stati Uniti e il 4 dicembre dal rifiuto degli elettori italiani, con un ampio margine, delle riforme costituzionali”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Portatori di cultura

Tutti i sondaggi e ricerche parlano chiaro, il livello della conoscenza finanziaria in Italia è mol ...

Ray Dalio lancia l’allarme su Trump

Al momento della vittoria presidenziale di Donald Trump, Ray Dalio era stato tra coloro che avevano ...

Ray Dalio attacca i bitcoin, che resistono

Dopo Jamie Dimon, numero uno di Jp Morgan, tocca a uno dei gestori di hedge fund più noti al mond ...