Soros vede nero per il futuro dell’euro

A
A
A
Private di Private30 dicembre 2016 | 01:00

“Il futuro dell’euro è a rischio”. E’ la convinzione di George Soros, uno dei più potenti e ascoltati protagonisti del mercato finanziario. Il gestore hedge, da anni dedito alla filantropia, ritiene che la principale minaccia arrivi dal fronte geopolitico. “In Francia i due
principali contendenti per la presidenza”, Marine Le Pen del Front National e François Fillon del centrodestra, «sono vicini a Putin e desiderosi di blandirlo. Se vincerà uno dei due, il dominio di Putin sull’Europa diventerà un fatto compiuto”, sostiene Soros.
Questo porterebbe l’Ue a un passo dalla fine. Per il finanziere di origini ungheresi “le forze della disgregazione hanno ricevuto un forte impulso nel 2016, prima dalla Brexit, poi dall’elezione di Trump negli Stati Uniti e il 4 dicembre dal rifiuto degli elettori italiani, con un ampio margine, delle riforme costituzionali”.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Due ingressi per Mediobanca Private Banking

Gli inserimenti di Gerosa e Mazzola si collocano nel più ampio piano di crescita della divisione Pr ...

PRIVATE Banking Awards: tutti i vincitori

Nella prestigiosa cornice di Palazzo Mezzanotte, a Milano, sede di Borsa Italiana, mercoledì 22 no ...

Amundi RE supera i 6,4 miliardi in operazioni immobiliari

Le operazioni di acquisizione e dismissione sono aumentate di un terzo (+33%) rispetto al 2016. ...