Evasione, quattro “Paradisi” nel mirino

A
A
A
Private di Private8 giugno 2017 | 07:10

L’Agenzia delle Entrate passa al contrattacco verso i contribuenti che hanno dribblato la voluntary disclosure del 2015. Infatti, l’ente guidato da Rossella Orlandi ha inviato quattro richieste di collaborazione internazionale ad altrettanti Paesi che in passato sono stati paradisi fiscali: Svizzera, Principato di Monaco, Hong Kong e Singapore.
Gli elenchi contengono i nomi di migliaia di contribuenti italiani coinvolti nelle indagini internazionali sull’evasione fiscale – dai Panama Papers alla vicenda Credit Suisse – e i cosiddetti “recalcitranti” che la Svizzera ha individuato da tempo. Si tratta di correntisti italiani che non avevano dichiarato la compliance fiscale oltralpe o che, nelle more, si erano spostati in Asia. Per tutti questi soggetti si stringono le maglie della giustizia.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Caos Spesometro, il termine slitta al 5 ottobre

Contribuenti, occhio all’Iva

Fatture, termine prorogato al 28 settembre

Ti può anche interessare

Gli investitori HNW chiedono maggiore digitalizzazione

Secondo l’ultima ricerca condotta dalla britannica Verdict Financial, la domanda di digitalizzazio ...

L’hedge fund punta su BlackRock

Il fondo Third Point di Daniel Loeb scommette sul titolo del colosso dell’asset management ...

Meinninger Hotels entra in Russia

Il gruppo tedesco attivo nell’hotellerie Meinninger Hotels ed il private equity VIYM hanno siglato ...