Evasione, quattro “Paradisi” nel mirino

A
A
A
Private di Private8 giugno 2017 | 07:10

L’Agenzia delle Entrate passa al contrattacco verso i contribuenti che hanno dribblato la voluntary disclosure del 2015. Infatti, l’ente guidato da Rossella Orlandi ha inviato quattro richieste di collaborazione internazionale ad altrettanti Paesi che in passato sono stati paradisi fiscali: Svizzera, Principato di Monaco, Hong Kong e Singapore.
Gli elenchi contengono i nomi di migliaia di contribuenti italiani coinvolti nelle indagini internazionali sull’evasione fiscale – dai Panama Papers alla vicenda Credit Suisse – e i cosiddetti “recalcitranti” che la Svizzera ha individuato da tempo. Si tratta di correntisti italiani che non avevano dichiarato la compliance fiscale oltralpe o che, nelle more, si erano spostati in Asia. Per tutti questi soggetti si stringono le maglie della giustizia.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Arriva la mini voluntary. Ecco quanto costa e a chi si rivolge

Consulenti, istruzioni per l’uso sullo spesometro

Caos Spesometro, il termine slitta al 5 ottobre

Ti può anche interessare

Alternative d’investimento

Il mercato è ricco di opportunità, ma bisogna essere bravi a individuarle, anche a costo d ...

Tapì si espande in Argentina

La società, controllata da Wise Sgr attraverso il fondo Wisequity IV, e con co-investitori Nuova En ...

Benvenuti in Africa, il nuovo hub del private equity

Altro che Cina ed Estremo Oriente. Il nuovo hub mondiale del private equity potrebbe essere l’Afri ...