I big del private equity puntano agli npl di Intesa

A
A
A
Private di Private1 settembre 2017 | 08:00

Grandi nomi in corsa per gestire Rep, la partnership con Intesa Sanpaolo sulla gestione di crediti deteriorati con sottostante immobiliare per circa 1,35 miliardi . In gara, secondo voci di mercato, sono rimasti Gwm in tandem con Pimco, Pillarstone insieme a Kkr e Coima, quindi Tpg in cordata con Starwood e Prelios. La procedura prevede che le offerte vincolanti arrivino entro ottobre, con l’obiettivo di affidare entro la fine dell’anno la trattativa in esclusiva.

Intesa, dunque, si apre a specialisti esterni, pur non rinunciando a gestire anche attraverso le proprie strutture i non performing loans. Nel primo semestre dell’anno le attività di recupero della Capital Light Bank, la divisione  dedicata alla gestione di asset non core, hanno incassato più di 800 milioni.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Npl, rivedi on demand il convegno di Blue Financial Communication

Ti può anche interessare

Il wealth management spinge i conti di Morgan Stanley

Trimestrale sopra le attese per Morgan Stanley, che ha registrato un utile netto di  1,8 miliardi ...

Successioni più care

In Italia solo il 6% delle successioni avviene per testamento e pertanto la domanda che ci poniamo ...

Fondi hedge: nome e brand fanno la differenza

Il nome e il brand di un fondo hedge possono fare la differenza nelle scelte degli investitori, anco ...