Private banking, costi fuori controllo in Svizzera

A
A
A

Il cost income ratio degli operatori elvetici è al livello record di 84,4. Era attorno a 60 prima della crisi

Private di Private12 settembre 2017 | 13:57

Fa ancora discutere il rapporto sul private banking in Svizzera pubblicato qualche giorno da Kpmg, dove si metteva in evidenza le scarse prospettive di redditività per i principali operatori del settore durante i prossimi anni. Diversi siti web elvetici hanno scandagliato a fondo il report, soffermandosi soprattutto sulla parte che analizza la crescita nei costi. Oggi, infatti, il costo income ratio (indicatore che mistura il rapporto tra i costi e i ricavi) degli intermediari attivi nel private banking in Svizzera è pari in media a 84,4, contro il livello di 60 che si registrava prima deòla crisi. La colpa, secondo gli analisti, va imputata in gran parte alle spese per il personale che in molte banche sono fuori controllo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credit Agricole, maxi vendita di npl in Italia

Popolare Vicenza, sanzionata Kpmg

Svizzera: strage di private bank in vista, parola di Kpmg

Ti può anche interessare

Julius Baer, tris di aperture in Gran Bretagna

Manchester, Leed a Glasgow. Sono le città in cui, secondo quanto riporta l’agenzia Reuters, avran ...

Private equity, rallenta la crescita

Più una boccata d’ossigeno, che un cambio di rotta in negativo. Gli analisti leggono così i ...

NB Renaissance Partners raggiunge il target per il fondo NB Renaissance Partners (Annex) SCSp

I fondi NBRP investono in aziende italiane di medie dimensioni con l’obiettivo primario di favorir ...