Fideuram Ispb: censimento sul private banking delle venete

A
A
A
Private di Private27 settembre 2017 | 08:07

Ci vorrà all’incirca un mese per avere un quadro completo delle masse che finiranno a Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking nell’ambito dell’integrazione dei due istituti veneti (B.P.Vicenza e Veneto Banca) finiti in liquidazione coatta amministrativa alcune settimane fa e parzialmente rilevati da Ca’ de Sass. Lo ha sottolineato l’a.d. della società Paolo Molesini. Il banchiere ha inoltre ricordato come la soglia minima di ingresso ai servizi private di Intesa Sanpaolo ammonti a “un milione di euro di bankable asset per nucleo familiare”.

La prevedibile crescita delle masse private in gestione a seguito dell’integrazione delle due banche potrebbe andare di pari passo con  l’ingresso nella struttura di nuovi consulenti dedicati alla cura dei grandi patrimoni. Su questo fronte, Molesini assicura infatti che “se ci saranno professionisti di qualita’ che vorranno venire, noi saremo pronti ad accoglierli”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn3Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram e Sanpaolo Invest, sfondata quota 5000 pb

Ex Sanpaolo Invest, prima sospeso poi radiato

Sorpresa Fideuram, si riparla di quotazione

Ti può anche interessare

Voluntary disclosure: proroga in arrivo

Tra gli addetti ai lavori è una convinzione diffusa: presto arriverà la proroga dei termini per ad ...

Regno Unito, gli hedge fund scommettono contro i big del commercio

Secondo il Telegraph, molti fondi stanno andando short sui titoli delle catene della grande distribu ...

First Capital prende il 100% di TuW Sicaf

L'acquisizione si perfezionerà subordinatamente alla ricezione da parte della Società del provvedi ...