Fideuram Ispb: censimento sul private banking delle venete

A
A
A
Private di Private27 settembre 2017 | 08:07

Ci vorrà all’incirca un mese per avere un quadro completo delle masse che finiranno a Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking nell’ambito dell’integrazione dei due istituti veneti (B.P.Vicenza e Veneto Banca) finiti in liquidazione coatta amministrativa alcune settimane fa e parzialmente rilevati da Ca’ de Sass. Lo ha sottolineato l’a.d. della società Paolo Molesini. Il banchiere ha inoltre ricordato come la soglia minima di ingresso ai servizi private di Intesa Sanpaolo ammonti a “un milione di euro di bankable asset per nucleo familiare”.

La prevedibile crescita delle masse private in gestione a seguito dell’integrazione delle due banche potrebbe andare di pari passo con  l’ingresso nella struttura di nuovi consulenti dedicati alla cura dei grandi patrimoni. Su questo fronte, Molesini assicura infatti che “se ci saranno professionisti di qualita’ che vorranno venire, noi saremo pronti ad accoglierli”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn3Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Sorpresa Fideuram, si riparla di quotazione

Fideuram, raffica di nomine

Fideuram Ispb, semestre da urlo

Ti può anche interessare

Azimut cresce in Alto Adige

Cinque professionisti in uscita dal private banking di AlpenBank scelgono di approdare in AZ Investi ...

Edmond de Rothschild, Taupin alla guida del pb in Francia

Edmond de Rothschild Group ha annunciato la nomina di Vincent Taupin in qualità di head of asse ...

Il wealth management low-cost

Per chi vuole investire, ma senza dedicare tempo ed energie alla gestione del proprio portafoglio. E ...