Fideuram Ispb: censimento sul private banking delle venete

A
A
A
Private di Private27 settembre 2017 | 08:07

Ci vorrà all’incirca un mese per avere un quadro completo delle masse che finiranno a Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking nell’ambito dell’integrazione dei due istituti veneti (B.P.Vicenza e Veneto Banca) finiti in liquidazione coatta amministrativa alcune settimane fa e parzialmente rilevati da Ca’ de Sass. Lo ha sottolineato l’a.d. della società Paolo Molesini. Il banchiere ha inoltre ricordato come la soglia minima di ingresso ai servizi private di Intesa Sanpaolo ammonti a “un milione di euro di bankable asset per nucleo familiare”.

La prevedibile crescita delle masse private in gestione a seguito dell’integrazione delle due banche potrebbe andare di pari passo con  l’ingresso nella struttura di nuovi consulenti dedicati alla cura dei grandi patrimoni. Su questo fronte, Molesini assicura infatti che “se ci saranno professionisti di qualita’ che vorranno venire, noi saremo pronti ad accoglierli”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Intesa SP, un wealth management dalle uova d’oro

Fondi comuni, Intesa Sanpaolo campione 2017

Fideuram e Sanpaolo Invest, sfondata quota 5000 pb

Ti può anche interessare

Private Equity, Carlyle a caccia di 15 miliardi

Il gruppo statunitense punta al record di raccolta per un nuovo fondo specializzato nel mercato amer ...

Nuova sede private per la cinese Bank of Communications

L'istituto con sede a Shanghai ha in mente di investire fino a un miliardo di dollari per una filial ...

Indosuez Wm Italia prende D’Angella da Deutsche Bank

D'Angella si occuperà dello sviluppo del business del wealth management e riporterà direttamente a ...