Ricchezza, la Svizzera ha perso il primato

A
A
A
Private di Private28 settembre 2017 | 08:16

Una novità e una conferma.  Secondo il nuovo Global Wealth Report di Allianz, che analizza l’indebitamento delle famiglie private in 50 Stati,  il Paese dei Cantoni perde il primato, a beneficio degli Stati Uniti, in termini di attivi finanziari netti. Eppure sono cresciuti del 3,7% lo scorso anno, ma il ritmo è risultato inferiore a molti mercati occidentali.

In Svizzera è aumentato anche l’indebitamento privato del 2,7% per attestarsi al 129%, superiore per l’ottava volta consecutiva alla media europea. In valore assoluto la Federazione è in testa con una media di 106’715 franchi pro capite.  Per quanto riguarda la costituzione di patrimoni è l’Asia a detenere il primato, con una crescita del 15%. In compenso, l’indebitamento delle famiglie non cessa di aumentare: lo scorso anno è arrivato al 5,5% a livello mondiale, cifra mai raggiunta dal 2007.

Dal World Economic Forum arriva invece la notizia che la Svizzera resta al primo posto per competitività. Nella classifica 2017 precede Stati Uniti e Singapore, quest’ultimo in rialzo di una posizione. Hong Kong, invece, passa dal nono al sesto posto, mentre la Francia scende di un punto posizionandosi 22esima. La Spagna è 34esima, il Portogallo supera l’Italia, rispettivamente 42esimo e 43esima.

A premiare la Federazione è un mix di fattori, come la qualità delle infrastrutture, la stabilità delle istituzioni e l’elevata qualità sia del sistema sanitaria, che di quello formativo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn9Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Il segreto per star bene

Il report Harvard Study of Adult Development è forse il più lungo studio della psiche umana mai st ...

Unique Approach to Fighting Cybercrime

by wealthmanagement.com High-net-worth families face unique cyber threats. Consequently, fighting ba ...

L’Esma all’Ue: “Occhio agli hedge fund nel dopo Brexit”

L’authority che vigila sui mercati finanziari europei invita a Bruxelles a controllare bene quali ...