Vola il credito non bancario

A
A
A
Private di Private4 ottobre 2017 | 09:05

Da una parte la stretta delle banche nella concessione dei prestiti, dall’altra le nuove opportunità offerte dalle tecnologie e dall’innovazione normativa. Fatto sta che negli ultimi 5 anni le piccole e medie imprese italiane hanno ottenuto 35 miliardi di euro dai canali alternativi, come minibond, private equity, venture capital e crowdfunding.

Così, secondo Bankitalia, oggi il debito obbligazionario rappresenta circa il 12% di quello totale delle aziende, mentre a fine2o07 la quotaera al 6%. Insomma, raddoppia il ricorso al mercato e non si tratta certo di un aspetto negativo dato che la diversificazuibe riduce il profilo di rischio.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn15Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Tages Helios conclude il finanziamento del portafoglio SunReserve

Tages Helios è il primo fondo lanciato da Tages Capital Sgr, interamente dedicato al settore fotovo ...

Compliance sostenibile

Gli operatori di private banking hanno investito molto in compliance negli ultimi cinque anni, in al ...

Cresce la moda dei cripto-hedge fund

Tra entusiasmo e scetticismo, ci sono decine di fondi alternativi che investono nelle valute virtual ...