Banca Zarattini si compra il 100% di Bim Suisse

A
A
A

L’operazione prevede anche l’avvio di nuove partnership strategiche tra le due banche al fine di ampliare le soluzioni a disposizione della clientela dei Paperoni

Francesca Vercesi di Francesca Vercesi18 ottobre 2017 | 16:16

Il closing si è definito. Banca Zarattini si è comprata il 100% di Bim Suisse. Lo scorso 1 agosto Banca Intermobiliare e Banca Zarattini avevano sottoscritto un accordo per la compravendita del 100% del capitale di Bim Suisse, istituto bancario fondato nel 2001 a Lugano dove oggi opera con una raccolta pari a circa 350 milioni di franchi e specializzato nei servizi di private banking e wealth management, detenuto da Bim. Il prezzo concordato è di 40,4 milioni di franchi svizzeri. Il prezzo è suscettibile di un aggiustamento, ad esito del risultato economico e dell’andamento delle masse gestite di Bim Suisse tra il 30 giugno e il 18 ottobre, da determinarsi entro 15 giorni lavorativi da oggi e quantificabile attualmente in una contenuta diminuzione del 2% circa. Nell’ambito dell’operazione, come previsto, Bim ha rilevato da Bim Suisse la totalità del capitale azionario di Patio Lugano S.A. per 15,05 milioni di franchi svizzeri. A livello consolidato, l’operazione determina un beneficio sul Cet 1 di Bim stimabile in 47 bps. Con questa operazione, si dà avvio a una «forte collaborazione strategica tra Banca Intermobiliare e Banca Zarattini & Co. con una piattaforma di servizi per la clientela private assolutamente innovativa», fanno sapere. Banca Intermobiliare ha così realizzato uno degli obiettivi prefissatisi con la nuova gestione, volto da una parte a focalizzare il core business sull’attività di private banking di fascia alta in Italia e dall’altra a dotarsi di una forte alleanza e sinergia sul mercato elvetico dei paperoni. Intanto Banca Zarattini prosegue nel piano di crescita focalizzato su due principali direttrici: l’incremento dimensionale della banca attraverso operazioni di acquisizione totalitaria o di maggioranza e lo sviluppo di partnership strategiche con controparti istituzionali sia in territorio elvetico sia all’estero. Le due realtà avviano una collaborazione strategica importante attraverso una piattaforma di servizi che consentirà ai clienti Bim e alla sua rete private di accedere ai servizi bancari offerti, in regime di libera prestazione, da Banca Zarattini. La logica sarà di totale integrazione e visibilità con il patrimonio del cliente private di Bim.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

La pillola della giovinezza

Negli ultimi anni l’anti-aging è diventata un ossessione collettiva: creme, alghe, diete, sport, ...

Il private equity va in bicicletta

Mobike, società cinese di bike sharing ha attirato ben 600 milioni di dollari di finanziamenti da f ...

Pir, è l’ora del debutto per Anima Crescita Italia

Debutta sul mercato primo Piano individuale di risparmio (Pir) italiano. Si tratta di Anima Crescita ...