Bnl-Bnp Paribas Private Banking conferma il sostegno a Telethon

A
A
A

Bnl devolverà – insieme a BnpParibas AM – un contributo annuo di 3 basis points calcolato sulla raccolta realizzata dai clienti sui fondi Sri.

Chiara Merico di Chiara Merico30 gennaio 2018 | 09:00

SOSTEGNO CONCRETO  – Bnl-Bnp Paribas Private Banking, con il supporto di Bnp Paribas Asset Management, punta sugli investimenti socialmente responsabili (Sri), in linea con l’impegno della banca e del gruppo verso la sostenibilità ambientale, il benessere sociale e il rispetto delle persone. In particolare, Bnl – da 26 anni partner di Telethon – ha voluto ulteriormente confermare il sostegno alla Fondazione per la ricerca sulla cura delle malattie genetiche rare, devolvendo – insieme a Bnp Paribas AM – un contributo annuo di 3 basis points calcolato sulla raccolta realizzata dai clienti sui fondi Sri. Gli investimenti socialmente responsabili affiancano ai rendimenti finanziari i criteri Esg (Enviromental, Social, Governance): i gestori valutano e scelgono i titoli che compongono i panieri delle asset class tra le imprese particolarmente attente alla tutela ambientale (come ad esempio: sostenibilità, energie rinnovabili, efficienza e transizione energetica, edilizia responsabile); ad ambiti sociali (rispetto dei diritti umani, inclusione, istruzione, occupazione, salute, etc.); alla buona governance aziendale (con particolare attenzione a criteri di trasparenza ed eticità, al rispetto degli azionisti di minoranza e all’indipendenza del consiglio di amministrazione). L’impegno e l’attenzione verso questi criteri riducono, per le imprese Sri, alcuni fattori di rischio aziendale e ciò ha benefici, secondo diversi studi, sulle performance.

 

PIONIERI DEL SETTORE – Il gruppo Bnp Paribas è tra i primi ad aver puntato sul mercato degli investimenti socialmente responsabili, avendo lanciato il primo fondo Sri nel 2002. Bnp Paribas Asset Management è leader con circa 32 miliardi di euro di asset socialmente responsabili gestiti nel mondo e, in Italia, la quota di raccolta della società nel 2017 è stata pari a oltre il 71% rispetto al mercato. “Abbiamo ampliato ulteriormente la nostra offerta grazie a fondi del nostro gruppo che già vantano un track record positivo – ha dichiarato Gianpietro Giuffrida, responsabile di Bnl-Bnp Paribas Private Banking – dando ai clienti private l’opportunità di scegliere tra una gamma di investimenti diversificati e allo stesso tempo responsabili, che sanno cogliere le migliori opportunità nell’ambito dello sviluppo sostenibile. Ciò è coerente con l’impegno del gruppo e del wealth management di Bnp Paribas, in cui il private banking di Bnl è pienamente integrato, condividendone obiettivi di business, modelli di offerta e iniziative di importante valore sociale come, ad esempio, il Bnp Paribas Prize for Individual Philanthropy, giunto alla sua decima edizione, e il Bnp Paribas Global Prize for Women Entrepreneurs”.

 


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Ersel, l’utile balza del 60%

Ersel chiude un bilancio in grande spolvero. L’esercizio 2016 della capogruppo Ersel Investime ...

Tikehau Capital e Italmobiliare vogliono il 100% di Fondo italiano d’investimento

Se l'offerta verrà accettata, la joint venture avrà l'obiettivo di dare continuità al sostegno ec ...

La primavera degli hedge fund

Ad aprile performance positive per tutte le strategie di fondi alternativi. Quanto alle aree geograf ...