Credit Suisse, i tagli raggiungono il management

A
A
A
Private di Private5 febbraio 2018 | 11:28

La media di un exevutive ogni 4,2 dipendenti è troppo alta. E’ la conclusione alla quale è arrivata Credit Suisse, secondo quanto dichiarato dal responsabile wealth management Serge Fehr al giornale tedesco “Neue Zürcher Zeitung”.  Da qui la scelta del gruppo con headquarter a Zurigo di estendere i tagli del personale anche alle professionalità più elevate, anche se al momento non sono stati indicati numeri in merito.

La cura dimagrante in termini di organico riguarda soprattutto la Svizzera, con 1.600 uscite già approvate entro fine 2018 (finora è stata concessa una buonuscita in grado di coprire la somma dovuta fino all’età pensionabile a chi ha almeno 58 anni). Un numero che a questo punto potrebbe essere ritoccato verso l’alto.

 

Una volta completato il piano e spesati i costi necessari a incentivare le uscite, Credit Suisse otterrà risparmi a regime per 3,5 miliardi di franchi all’anno. Risorse utili a migliorare l’equilibrio dei conti, offrendo spazio a investimenti nella crescita per 1,5 miliardi all’anno.

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Banca Aletti, utile a 19,9 milioni

Senza la componente non ricorrente l’utile netto sarebbe di 33,9 milioni e il risultato lordo dell ...

Private Equity in Asia, tanti soldi ma meno occasioni

Secondo un report pubblicato dai Bain&Co., i fondi di private Equity nell’area dell’ ...

Private Equity, 4 big alla conquista della Cina

I maggiori gruppi occidentali si sono attrezzati per investire nella Repubblica Popolare ...