Syz, il bello viene adesso

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio26 aprile 2018 | 14:17

Il ciclo economico resta positivo, ma cominciano a emergere segnali di stanchezza, complici le incertezze generate dal protezionismo di ritorno. Un contesto che spiega il ritorno della volatilità, destinata a restare a lungo protagonista dei mercati finanziari. Il che non è necessariamente un male per chi sarà in grado di cogliere le opportunità emergenti. È il messaggio emerso nel corso del SYZ Alternative Summit 2018 di Ginevra. Un’occasione per fare il punto con alcuni dei principali gestori che gravitano intorno al gruppo elvetico del risparmio gestito.

“Lo scenario è cambiato rispetto a quello che abbiamo visto nel 2017 e, con l’incertezza sull’inflazione e sui tassi americani, ci aspettiamo che la volatilità resterà su livelli importanti ancora per diverso tempo”, ha spiegato Paul Britton, ceo di Capstone Investment Advisors. La strategia è studiata per garantire rendimenti stabili con un target di performance pari a Libor +5% con un 6% massimo di volatilità.

Quanto allo scenario d’investimento, SYZ Asset Management conserva una preferenza verso l’equity (dagli Stati Uniti al Canada, dal Regno Uniti all’Italia, mentre è più prudente verso Asia e Australia) rispetto all’obbligazionario (l’indicazione è di stare alla larga dal credito, sia investment grade, che high yield).


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Real estate, a Milano le valutazioni più convenienti

Milano continua a presentare valutazioni più convenienti rispetto ad altri centri finanziari dell ...

Ubs, i manager-chiave del nuovo private banking

Il sito Finews.asia dedica un servizio agli uomini e le donne in ascesa nel gruppo svizzero ...

Intermobiliare, rush finale a due

La cessione di Banca Intermobiliare (Bim) arriva alle battute finali. La controllante di Veneto Banc ...