Lenardon (Legg Mason): “Come battere la volatilità”

A
A
A

Tra i bond dei mercati emergenti ci sono ancora opportunità interessanti

di Redazione26 giugno 2018 | 09:36

Di seguito un intervento di Matteo Lenardon (nella foto), deputy country head Italia di Legg Mason

Tanto nei mercati azionari quanto in quelli obbligazionari, è tornata la volatilità ed è qui per restare. È ora quindi di ripensare le esposizioni dei portafogli, soprattutto nel segmento dei bond. Da sempre, infatti, i risparmiatori del Vecchio Continente hanno

avuto una preferenza per le obbligazioni europee e domestiche. Gli investitori italiani non fanno eccezione. Ancora oggi una fetta preponderante della loro asset allocation
è rappresentata da bond europei, sia corporate che governativi: queste asset class vengono infatti considerate garanzia di stabilità e bassa volatilità. A nostro parere, però, i presupposti che hanno dato ottimi risultati con questa strategia stanno venendo meno.

SULLE ORME DELLA FED – L’Europa sta vivendo un momento di ri oritura economica, che prima o poi porterà a un aumento dell’in azione. E la ne del Quantitative Easing (Qe) produrrà effetti che non possiamo prevedere, non essendoci precedenti di tapering europeo. L’unico precedente a cui potremmo far riferimento è il restringimento in atto negli Stati Uniti, cominciato quando i rendimenti erano ancora molto più alti. Ma in Europa oggi i rendimenti sono a un livello così basso da non fornire alcun “cuscinetto” per ammortizzare un rialzo
dei tassi: basti pensare che soltanto la metà dei corporate bond italiani ha rendimenti inferiori ai Btp. La situazione è dunque decisamente diversa. Per ora i mercati non sembrano preoccupati e stanno prezzando una normalizzazione perfetta, senza intoppi. Possibile? Di certo è l’auspicio di Mario Draghi e della Bce, ma è davvero troppo ottimista pensare che il ritiro del Qe possa procedere senza nemmeno un piccolo errore.

E la minima deviazione dalla traiettoria ideale potrebbe portare a delle correzioni improvvise. Ecco perché ci chiediamo:
ha ancora senso avere come principale componente un’asset class come quella dei bond europei così dipendente da
una sola variabile? A nostro parere, è opportuno prepararsi e guardare a un orizzonte più globale. Fuori dall’Europa ci sono strumenti in grado ancora di fornire ritorni interessanti e che, essendo esposti a una fase più avanzata del ciclo, hanno già in parte scontato un aumento dei tassi di riferimento.

FOCUS SUGLI EMERGENTI – Un esempio? Si guardi innanzitutto
al mondo dei mercati emergenti. Rendimenti reali elevati, valutazioni molto convenienti e valute con buon potenziale di apprezzamento sono alcune delle caratteristiche che rendono interessante l’investimento nell’obbligazionario
degli emerging market, soprattutto se denominato in valuta locale. Ma, più che le singole asset class, a fare la differenza è l’approccio all’investimento. Il nostro
lo de niamo “unconstrained”, ossia svincolato dai benchmark e dai loro limiti strutturali: soltanto così, a nostro parere, con una gestione attiva, si può ancora riuscire a estrarre valore nel mercato.
Ed è su questi principi che è incentrata
la nostra campagna rivolta agli investitori italiani, con un focus speciale su tre fondi: il Legg Mason Western Asset Macro Opportunities Bond, il Legg Mason Brandywine Global Income Optimiser
e il Legg Mason EnTrustPermal Alternative Income Strategy.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cordusio Sim sceglie Candriam, Legg Mason e Robeco

Legg Mason lancia un nuovo fondo obbligazionario unconstrained

Legg Mason lancia un nuovo fondo sui mercati emergenti

Scotland (Brandywine Global-Legg Mason): “Il gap tra ricchi e poveri è il vero problema di Europa e Usa”

Bill Miller, l’ex manager di Legg Mason che punta sui Bitcoin

Legg Mason: gli italiani sono ancora forti risparmiatori

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: in attesa di una soluzione per Bpvi e Veneto Banca i titoli bancari calano

Il Fintech piace, ma il consulente resiste

Bluerating, torna a brillare Legg Mason

I fondi di Legg Mason entrano nella rete di Banca Generali

Bluerating, Wall Street resta in stato di grazia

Blueindex: brilla Legg Mason, Unicredit cade in borsa

Blueindex: Legg Mason brilla, Deutsche Bank arretra

Legg Mason incorpora RARE Infrastructure Value Fund nella sua gamma

Bluerating: Ubs si porta in testa, Legg Mason scivola in coda

Legg Mason: azionario Europa, ecco le opportunità

Blueindex: Bpm scommette su via libera a fusione e corre

Legg Mason: Bce, fuochi d’artificio rimandati all’autunno

Brexit: Legg Mason, il lungo addio all’Europa

Legg Mason: gli investitori più giovani vogliono strategie decorrelate

I Baby Boomer inseguono i Millennial

Permal (Legg Mason), sì alla fusione con EnTrust Capital

Blueindex: Legg Mason in evidenza, Deutsche Bank, Ubs e Credit Suisse in rosso

Rare Infrastructure (Legg Mason): ecco i punti di forza dell’investimento in infrastrutture

Blueindex: Barclays torna in testa

Legg Mason, ecco il nuovo head of international marketing

Classifiche BLUERATING: Legg Mason primo sui Diversificati moderati

Solo Legg Mason evita il rosso a inizio anno

Classifiche BLUERATING: Legg Mason vince tra i Diversificati Prudenti

Man Group ringrazia Macquarie e rimbalza sul Blueindex

Legg Mason in luce dopo il rialzo dei tassi della Fed

Legg Mason lancia un fondo socialmente responsabile

Ti può anche interessare

Consulenti, in Gran Bretagna è boom della robo advisory

Solo a settembre, gli operatori come MoneyFarm e Nutmeg hanno intercettato oltre 800mila clienti ...

Eurizon, cresce il patrimonio ma calano gli utili

Profitti in calo nel terzo trimestre ma solo a causa della posta straordinaria derivante dalla cessi ...

Fondi, la commissione di gestione è sotto pressione

Come le sgr devono reagire all’erosione di ricavi con l’arrivo della Mifid 2 ...