Brexit, fuga dei gestori in Lussemburgo

A
A
A

Secondo un articolo di Ftfm, inserto del Financial Times dedicato all’asset management, il numero di persone del settore finanziario che lavorano nel Granducato è cresciuto del 10%.

Andrea Telara di Andrea Telara3 settembre 2018 | 09:14

Una crescita del 10% in un anno. E’ quella registrata nell’ultimo anno dal numero di persone che lavorano nell’investment management e che hanno la propria base in Lussemburgo. A riportare la notizia è Ftfm, l’inserto del Financial Times dedicato al risparmio gestito, che associa questo trend alla Brexit. L’incremento, secondo la testata britannica, si è verificato non appena molte case di gestione hanno messo in cantiere dei piani di emergenza per fronteggiare l’uscita del Regno Unito dall’Ue, che costringe i gruppi finanziari a muovere altrove la propria sede legale per avere il passaporto europeo. Le persone che lavorano in Lussemburgo nell’investment management sono oggi già 5mila ma quest’anno, secondo Nicolas Mackel, chief executive dell’associazione Luxembourg for Finance, potrebbe esserci quest’anno un ulteriore aumento dei trasferimenti verso il Granducato.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, rinvio indigesto per l’Unione europea

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Brexit News: May promette le dimissioni se si giunge ad un accordo

Brexit: no deal scongiurato, per ora

Brexit, sterlina tonica in attesa del voto in Parlamento

Brexit, i big del credito evitano l’Italia

Brexit: ora la strada è il rinvio

Brexit, altra sconfitta per la May

Brexit affossa il pil inglese

Brexit, la May nel pantano dopo il no di Juncker

Brexit, la May vuole di nuovo trattare

Etf a prova di Brexit

Brexit, la May si salva

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Effetto Brexit, il mercato dei titoli di stato torna a Milano

Le banche d’affari e private in fuga da Londra

Gam si prepara a una hard Brexit

Dalla Brexit alla Brentry

Brexit, 50 banche in fuga dal Regno Unito

Brexit, Citigroup punta sul Lussemburgo

Consulenti, in Gran Bretagna la Brexit frena i loro compensi

La Brexit spinge i financial advisor alla condivisione

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Citigroup potrebbe assumere 150 dipendenti in Europa a causa della Brexit

Barclays vuole potenziare le attività a Dublino in vista della Brexit

Ti può anche interessare

ASSET CLASS in edicola: Amundi Sgr: “Gestori al vostro servizio”

E’ uscito il numero di ottobre del mensile ...

Lenardon (Legg Mason): “Come battere la volatilità”

Tra i bond dei mercati emergenti ci sono ancora opportunità interessanti ...

Eltif, chi lancerà i nuovi “Pir europei”

Le sgr interessate agli European Long Term Investment Fund che investono anche in piccole imprese ...