Catricalà punta il dito contro banche e assicurazioni

A
A
A
di Redazione 3 Febbraio 2009 | 13:00
Sistema bancario e assicurativo ancora sotto i riflettori. Secondo l’Antitrust che ha inviato una segnalazione al Parlamento, Banca d’Italia e Consob sono “inevitabili e urgenti” interventi di regolazione sulla governance di banche e assicurazioni “per ripristinare la fiducia nel sistema”.

L’authority guidata da Antonio Catricalà sottolinea come di fronte all’esplodere crisi sia “mancata la reazione spontanea del sistema finanziario”. Per questo “l’intervento pubblico a sostegno delle banche va accompagnato da misure regolatorie volte a realizzare radicali cambiamenti nella governance, a rendere più trasparente l’operato delle fondazioni e a riformare le banche popolari quotate in borsa”. Inoltre, il documento sottolinea “la necessità di chiarimenti nella nuova normativa sui mutui e l’introduzione di un indice sintetico di costo comprensivo di tassi passivi e commissione di massimo scoperto”.

Appare dunque urgente il ricorso a strumenti regolatori più diretti, visto che i legami tra concorrenti, sia azionari che personali, possono non solo determinare significativi effetti distorsivi della concorrenza ma incidere sulla stessa stabilità e reputazione del sistema in termini estremamente negativi, esponendolo a pericolosi effetti domino, anche e soprattutto alla luce dell’attuale crisi in corso.
 
Per questo un primo insieme di interventi normativi dovrebbe investire la struttura stessa del sistema bancario-finanziario, eliminando i conflitti di ruolo/incarico e garantendo la trasparenza nel ruolo degli azionisti/finanziatori rispetto ai soggetti finanziati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Intelligenza artificiale, il ruolo fondamentale di media e politica antitrust

Banche, gli incentivi alle fusioni sotto la lente Ue. In attesa dello sblocco dei dividendi

Utility, ok dall’Antitrust alla fusione A2a-Aeb e rimosso rischio di stop all’M&A pre-gare nel settore

NEWSLETTER
Iscriviti
X