I promotori bocciano il nuovo esame

A
A
A
di Redazione 12 Febbraio 2009 | 14:31
I professionisti già iscritti all’albo non condividono la decisione dell’Organismo di ridurre l’esame ad una sola prova scritta, con l’eliminazione della prova orale prevista nel vecchio sistema: “Non può essere adeguatamente selettivo un semplice test scritto”. Dall’APF assicurano invece l’efficacia del nuovo esame.

Si avvicina la data della prima sessione del nuovo esame per l’ammissione all’albo dei promotori (21 marzo a Milano) e tra i professionisti già iscritti all’albo crescono i malumori. Soprattutto in merito alla struttura del nuovo esame che non prevede più una prova scritta e una orale, ma solo un test scritto a risposta multipla.

“Vorrei esprimere alcune perplessità sulla nuova struttura dell’albo dei Promotori Finanziari, in particolare sulla riforma della prova d’esame per l’accesso a tale Albo” spiega un professionista iscritto e certificato Efa. “L’Organismo per la tenuta dell’albo ha la facoltà di stabilire nuove regole su prove e requisiti per l’iscrizione all’Albo. E oggi la riforma prevede una prova scritta sul modello Efa (quiz a risposta multipla) e null’altro. 
Eliminazione della prova orale e niente praticantato”.

Prova scritta che dallo stesso APF è stata definita selettiva, ma secondo i critici del nuovo esame “Per quanto possa essere selettiva una prova scritta – chiarisce un altro pf – è “solo” una prova scritta e cioè una visione parziale e non atta e sufficiente a valutare l’adeguatezza di un candidato alla professione del PF che, oltre che di tecnicità, è fatta di capacità d’ascolto, comunicazione, empatia e molto altro”.

Ma dagli uffici dell’APF invitano i critici a fare un passo indietro e assicurano che la prova scritta, composta da 60 domande, prevede quesiti teorici, ma anche quesiti pratici in grado di valutare adeguatamente quegli elementi che una “semplice” prova scritta non sarebbe in grado di fare. 

In ogni caso, dagli uffici dell’APF fanno sapere che “gli esiti dei primi esami saranno seguiti con molta attenzione, soprattutto per quanto riguarda la formulazione dei quesiti di carattere pratici, in modo da rendere la nuova prova sempre più selettiva”.

Se voi volete scrivere un pezzo che vada oltre il semplice commento breve della notizia, esprimere la vostra opinione, scriveteci! 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X