Vicina la fusione tra Caisse d'Epargne e Banque Pop.

A
A
A
Avatar di Marcella Persola 16 Febbraio 2009 | 14:40
Dopo la minaccia del governo di acquisire fino al 30% del capitale dei due colossi bancari, i due istituti raggiungono un accordo e si preparano ad annunciare la fusione per il 26 febbraio.

Il 26 febbraio non sarà soltanto la data di presentazione dei risultati per la Caisse d’Epargne e Banque Popolaire, ma anche l’ufficializzazione della fusione tra le due banche.

Infatti così come rivelano i principali media francesi il progetto di fusione tra i due gruppi è arrivato in dirittura d’arrivo e potrebbe essere annunciato proprio il 26 febbraio. Il governo ha accentuato le sue pressioni sulle due banche affinché arrivassero al più presto a un accordo, tanto che sembrerebbe aver minacciato le due banche di acquisirne fino al 30% del capitale e i comandi del nuovo colosso bancario in caso non avessero trovato un’intesa.

Secondo indiscrezioni di stampa, il gruppo Caisse d’Épargne si accinge ad annunciare perdite di 2 miliardi, Banque Populaire di circa 300 milioni mentre quelle di Natixis sono stimate tra i 2,5 e i 3 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X