Generali conquista il podio tra Mediolanum e Fineco

A
A
A
di Matteo Chiamenti 27 Febbraio 2009 | 07:10
In seguito ai dati comunicati ieri da Assoreti, scopriamo assieme il podio della classifica. Si conferma al primo posto la rete di Ennio Doris. Novità ai piani inferiori.

I dati comunicati ieri da Assoreti, riguardanti la raccolta nel mese di gennaio hanno più o meno confermato i recenti risultati di fine 2008, pur con qualche eccezione. Il vertice del podio, vede di nuovo la presenza del sicuro e onnipresente sorriso di Ennio Doris. Mediolanum si ribadisce nuovamente al primo posto. E di nuovo doppia la concorrenza, in termini di risultati.

La rete di Doris si aggiudica il primo di dodici round, ottenendo una raccolta positiva pari a 97, 08 milioni di Euro. Il team dei circa 5.000 promotori guidati dal banking group manager Giovanni Marchetta, si è fatto forte soprattutto dell’offerta di fondi (75,24 milioni di Euro) mentre ha deluso il piano assicurativo, che ha fatto segnare uscite pari a 10,97 milioni di Euro. Gli aspetti più interessanti dell’analisi dei dati di gennaio, appaiono probabilmente dalla valutazione degli altri protagonisti del podio. Se a fine 2008 ci eravamo lasciati con il secondo e il terzo posto occupati rispettivamente da Finecobank e Credem, oggi scopriamo al secondo posto Banca Generali, mentre scivola in terza posizione Finecobank. Credito Emiliano esce dal podio, ma rimane comunque ben piazzata, assicurandosi la quarta posizione e 28,3 milioni di Euro di nuovi apporti.

Banca Generali sicuramente si fa forte di un ottimo inizio anno; la raccolta raggiunge quota 39,74 milioni di Euro, complice (caso opposto rispetto a Mediolanum) l’ottima prestazione del ramo assicurativo, che ha garantito un ingresso di capitale pari a 40,93 milioni. La rete guidata da Alessandro Foti invece, sulla scia di Mediolanum, vede una buona performance del comparto fondi, che raggiunge il risultato di 8,58 milioni di Euro, contribuendo alla raccolta complessiva totale di 36,64 milioni.

Sul fronte dei delusi, sorprende il capitombolo di Azimut Cons. per gli Investimenti Sim, che arriva a un livello di riscatti abbastanza rilevante, pari a 101,55 milioni di Euro. Sicuramente ha inciso la cattiva performance delle gpm, che hanno fatto segnare alla rete decrementi di oltre 89,94 milioni di Euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mediolanum, due nuovi ingressi per l’asset management

Banca Mediolanum sostiene le imprese d’Elite

Mediolanum, la nuova campagna tra tradizione e innovazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X