Promotori finanziari – Fideuram batte le piccole private bank

A
A
A

Il mercato globale del private banking è crollato bruscamente nel 2008 con una flessione del 14,5% che ha portato a minori utili e a una minore redditività per le private bank. Il mercato resta ancora in mano a strutture poco specializzate.

di Marcella Persola27 febbraio 2009 | 13:50

La crisi finanziaria non ha risparmiato i paperoni italiani. E’ questo in sintesi quello che è emerso durante il convegno organizzato dalle associazioni ABI (Associazione Bancaria Italiana), AIPB (Associazione Italiana Private Baking) e Assogestioni insieme a PricewaterhouseCoopers.
 
Il mercato globale del private banking è cresciuto dal 2002 al 2007 ad un tasso del 7,4% annuo, ma ha visto una prima importante riduzione del tasso di crescita già nel 2007 (+1%) per atterrare bruscamente nel 2008: il rallentamento dell’economia globale, il crollo dei corsi azionari e la diminuzione della raccolta derivante dal processo di finanziarizzazione dell’economia hanno portato a una flessione del 14,7%, con conseguente diminuzione della redditività delle banche (ricavi – 55 miliardi di euro, utili – 12 miliardi di euro).
 

Anche se secondo gli operatori il mercato italiano del private banking mantiene buone potenzialità di crescita. Quello dei “paperoni” italiani, nonostante la crisi, la crescente competizione e la diminuzione della redditività dell’industria è un mercato certamente interessante (829 miliardi di euro nel 2007, circa 740 miliardi nel 2008) con un’elevata frammentazione (i primi 10 operatori detengono il 32% del mercato) ed in cui il 39% della ricchezza della clientela private italiana è gestita da operatori senza una struttura specializzata.

Un dato veramente interessante è che il mercato si presenta molto frammentato e i primi dieci operatori detengono il 32% del mercato e tra questi operatori al quarto posto figura Banca Fideuram, che è una rete di promotori finanziari. Questo accade, secondo gli operatori, perché il mercato è ancora poco maturo.
 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Aipb, salgono a 119 i soci

Finanza e imprese, Aipb chiede interventi al governo

Polizze vita, AIPB: “Nessuna rivoluzione”

Dal tradizionalista al distaccato: che cliente private sei?

Innocenzi (Aipb): “Il private banking, un settore in crescita”

Il private banking punta sugli alternativi

Aipb, Maria Antonella Massari è il nuovo segretario generale

Forum Aipb: il ruolo dei consulenti per sostenere la ripresa

Innocenzi è il nuovo numero uno di Aipb

Aipb, le sfide future del private banking

Banca Generali, Mossa chiama Ragaini per creare una nuova divisione di wealth management

Aipb: cambiare in scia ai nuovi orientamenti sulla retribuzione

Mps, al via la rivoluzione del private

L’Album della Finanza 2014: Bruno Zanaboni

Il private banker: dal sondaggio al Forum annuale Aipb

Zanaboni (Aipb): Bisogna ascoltare il private banker, non solo il cliente

Private banking, anche i clienti “upper” riscoprono il gestito

Con Banca Cesare Ponti il private banking diventa totalmente 2.0

Aipb ci spiega il private insurance

Il private banking va oltre la crisi

Taddei sale sulla nave Ersel

Aipb – Ecco la mappa della ricchezza italiana

A prova di private banker

Scudo Fiscale – Aipb stima 50 miliardi

Rimpatrio effettivo

Scudo fiscale, nessun rimpatrio virtuale dei capitali

Private Banking, la crisi impatta sugli utili

Ai paperoni d'Italia piace investire nelle polizze

I certificati incontrano il private banking

AIPB, il 53% dei clienti private possiede opere d’arte

Bipiemme, private banking evolution

Taddei (Aipb), il private subirà una frenata

La view di Molesini sul private banking italiano

Ti può anche interessare

Parte IMPact Sim, i tre supergestori ex di Azimut tornano in scena

Come anticipato da Bluerating.com nel febbraio scorso, Fausto Artoni, Stefano Mach de Palmstein e Gh ...

Fideuram ISPB a tutto gas nel reclutamento

Sono addirittura 46 gli arrivi (al netto del turnover) nelle tre reti del gruppo tra gennaio e febbr ...

I fondi di Capital Group nella rete del Credem

Accordo commerciale della società statunitense con il Credito Emiliano ...