Banche – L’impegno sociale premia Veneto Banca

A
A
A
di Fabio Coco 4 Marzo 2009 | 13:30
Il “Pacchetto Energia Pulita” del Gruppo Veneto Banca, il suo impegno verso il territorio, l’attenzione per l’ambiente e la cultura, rendono questo istituto una delle realtà italiane più interessanti.

Veneto Banca, Gruppo presente in Italia con cinque banche e quattro nell’Est Europa, è un ente fortemente ancorato al territorio, con un particolare impegno nei campi della responsabilità sociale e della promozione culturale. Tutela del territorio e risparmio energetico sono un obiettivo fondamentale per il Gruppo Veneto Banca, attenzione che si traduce, poi, in finanziamenti ad imprese ed enti locali che svolgono attività in tal senso.

Uno dei finanziamenti più interessanti è quello dedicato ai privati per l’installazione di pannelli elettrici nelle proprie abitazioni; si tratta di prestiti con tasso variabile e spread agevolato.
Il “Pacchetto Energia Pulita” rende Veneto Banca un Gruppo unico e particolare: l’ente creditizio mette a disposizione delle imprese finanziamenti sino a 20 anni a tassi agevolati. Imprese, ma anche scuole ed enti pubblici.

L’impegno nel campo dell’energia e dello sviluppo sociale non è una politica fine a se stessa: promuovere le ricchezze delle comunità con cui si opera consente a Veneto Banca di relazionarsi meglio con la propria clientela, ed essere una banca del territorio a 360 gradi.
Questo forte impegno nel campo sociale e dell’energia “pulita” (ma anche della formazione e dell’innovazione), contribuiscono a far sì che il Gruppo Veneto Banca sia una delle prime 15 realtà bancarie italiane.

Nel 2008 l’istituto di credito ha registrato un utile netto di 53.089 milioni di euro, con una crescita del 15,4% rispetto all’anno precedente.

In termini di raccolta, si passa dai 24,2 miliardi del 2007, ai 26,8 del Giugno 2008, con una crescita pari all’11,1%.

Anche la raccolta diretta è cresciuta notevolmente, da 13,7 a 15,9 miliardi del 2008.
Certamente, grande importanza assumono i conti correnti, voce di grande rilievo per un Gruppo di banche così legate al territorio, che concentrano la propria attenzione sulle famiglie e sulle pmi.

Per quanto riguarda la raccolta indiretta, anch’essa procede positivamente, con un incremento del 21% da Giugno 2007 allo stesso mese di riferimento del 2008. In questo caso, a rilevare è il peso dei finanziamenti diretti alle imprese, pur continuando ad essere significativa l’attività legata ai mutui ed al credito al consumo (grazie anche alla nuova società costituita, Claris Cinque).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X